Super anticiclone: schizzano le temperature in quota, ma potrebbe non durare molto

Super anticiclone, l’alta pressione è giunta sulla nostra Penisola instaurando i suoi massimi sull’Europa centro occidentale e causando un netto rialzo delle temperature.

SUPER ANTICICLONE, SCHIZZANO I VALORI IN ALTA QUOTA MA POTREBBE NON DURARE MOLTO AL CONTRARIO DELLA PASSATA STAGIONE

Super Anticiclone sulla nostra Penisola, temperature alle stelle in quota

Supera anticiclone con i suoi massimi sull’Europa centro occidentale. In quota i valori sono schizzati nettamente al di sopra delle medie del periodo

La mappa elaborata dal centro di calcolo americano GFS, mette in evidenza proprio quanto poco fa abbiamo brevemente descritto. In rosso sono esaltate le anomalie termiche di temperatura, che come vedete saranno diffuse nei prossimi giorni fin sopra i +7/+8°C al di sopra delle medie del periodo.

Paradossalmente al sud Italia le temperature saranno meno esasperate rispetto a quelle che invece interesseranno il centro nord , grazie ad una bassa pressione che è ancora attiva sul nord Africa.

TEMPERATURE NETTAMENTE POSITIVE ANCHE A 2000 METRI DI QUOTA

Lo zero termico è schizzato in alta quota, tanto che nella notte le temperature anche oltre i 2000 metri sono state assolutamente positive. La nostra stazione meteorologica di Campo Felice, Chalet del Bosco, a 1730 metri sopra il livello del mare, esalta un valore che sfiora quasi i +6°C.

Differente il discorso per le piane della nostra dorsale, dove di notte grazie all’inversione termica riescono a registrarsi valori nettamente al di sotto degli zero gradi.

Quando potrebbe cambiare la situazione?

In realtà non tra molto tempo, tanto che le varie emissioni del centro di calcolo europeo evidenziano come un fronte freddo potrebbe velocemente coinvolgere la nostra Penisola intorno al periodo natalizio.

Una previsione che vede ancora uno spread di incertezza molto elevato, ma che in ogni caso è propensa ad un forte indebolimento di questa struttura anticiclonica capace di portarci delle temperature nettamente al di sopra delle medie stagionali.

Allo stesso tempo tutta la modellistica numerica è concorde a non vedere all’orizzonte nessuna importante perturbazione, anche se il passaggio di questa possibile fase più fredda entro il Natale potrebbe aprire nuovi scenari verso la fine dell’anno.

Al momento è bene specificare che non possiamo sapere che tempo farà il 31 di dicembre, ma importanti sono i segnali che arrivano riguardo un possibile indebolimento dell’alta pressione. Cosa che non è avvenuta lo scorso anno, quando miti temperature hanno condizionato anche parte del mese di gennaio.

Nei prossimi due giorni avremo dunque delle temperature piuttosto elevate, con anomalie termiche positive molto ampie specie sull’Europa centro occidentale. Successivamente una veloce ondulazione della corrente a getto, potrebbe riportarci in una situazione più tipicamente invernale, sebbene le grandi perturbazioni al momento rimangono e rimarranno lontane dalla nostra Penisola.

Per il medio lungo termine sarà tutto da valutare e intorno al periodo natalizio, cercheremo di scoprire anche le condizioni meteo per la fine e l’inizio del nuovo anno.

Quel che appare quasi certo, è che questo super anticiclone non dovrebbe durare ancora molti giorni. Il condizionale è d’obbligo, soprattutto quando si parla di stabilità meteorologica e mitezza.

Comments (No)

Leave a Reply