Previsioni

Previsioni Appennino, ecco cosa aspettarci per la giornata di martedì 7 Febbraio:

APPENNINO SETTENTRIONALE:

Il vortice di bassa pressione tutt’ora in azione sulla nostra Penisola, tenderà a scivolare rapidamente verso sud-est andando a posizionarsi, nella giornata di martedì 7 febbraio, tra l’ovest dei Balcani e il Mar Ionio. Da quella posizione continuerà a penalizzare soprattutto le regioni del Centro Sud, permettendo il ritorno di ampie schiarite su gran parte dell’estremo Settentrione.

In mattinata ultimi addensamenti nuvolosi sulla dorsale appenninica emiliano-romagnola, poi la situazione migliorerà ulteriormente nel corso delle ore pomeridiane. Altrove le schiarite si presenteranno ampie fin dall’alba, con sole prevalente un pò ovunque. Tra la sera e la notte nubi in aumento da ovest ad iniziare dalla Liguria, innocue.

7 febbraio app sette

APPENNINO CENTRALE:

Le correnti tenderanno a disporsi dai quadranti orientali, ragion per cui l’instabilità si concentrerà prevalentemente tra Marche, Abruzzo, Molise e Umbria orientale. In queste zone ritroveremo molte nubi e qualche precipitazione fin dal mattino, nevosa sull’Appennino al di sopra dei 1000 metri.

Con il passare delle ore i fenomeni tenderanno lentamente ad esaurirsi e a concentrarsi, altresì, tra le zone interne di Abruzzo e Molise, qui con neve a partire dai 900-1000 metri di quota. Cessa la fenomenologia altrove. Tra la sera e la notte migliora, attenzione alla formazione di qualche banco di nebbia nelle vallate interne.

Per quel che concerne i versanti occidentali dell’Appennino, qui ritroveremo ampie schiarite per gran parte della giornata, specie tra Toscana, Umbria occidentale e Appennino laziale, con qualche addensamento nuvoloso in più solo sui rilievi laziali meridionali.

7 febbraio app centr

APPENNINO MERIDIONALE:

Instabilità pronunciata fin dal mattino su tutto il settore, causa la presenza sullo Ionio del vortice depressionario citato in apertura. Sarà pertanto una giornata caratterizzata da frequente alternanza tra nubi, rovesci sparsi e momentanee pause asciutte, in un contesto meteorologico spiccatamente variabile.

La neve sull’Appennino tenderà ad abbassarsi di quota, attestandosi mediamente tra i 1000 e i 1300 metri, un pò più in alto (fino a lambire i 1500 metri) sull’Appennino calabro meridionale, area dell’Aspromonte. Per un miglioramento quanto meno parziale della situazione bisognerà attendere la nottata.

7 febbraio app sud

Previsioni a cura di:

Rinaldo Cilli

Related Posts