Previsioni

Previsioni Appennino 28 Maggio: blandi acquazzoni sui monti della Calabria.

Grazie all’alta pressione l’Italia godrà di alcuni giorni in compagnia del sole e del caldo estivo. Caldo che si farà sentire soprattutto al Centro Nord e in Sardegna, un pò meno al Sud e versante Adriatico a causa di un persistente, blando afflusso fresco da nord. Nessuna grossa novità neppure nel medio termine, con gran parte dell’Europa centro-meridionale che dovrebbe subire la pressochè totale egemonia del vasto e coriaceo promontorio anticiclonico. Ma intanto ecco cosa attenderci per la giornata di domenica 28 Maggio:

APPENNINO SETTENTRIONALE:

Alta pressione e bel tempo su tutto il territorio.

Le poche nubi che abbiamo evidenziato in grafica (innocue) si svilupperanno nel corso delle ore pomeridiane sui rilievi montuosi tra Liguria, ovest Emilia e alta Toscana, pur dissolvendosi rapidamente entro sera.

Nessuna grossa variazione pertanto, se non che le temperature aumenteranno ulteriormente, guadagnando qualche grado in più specie sulla Val Padana.

28 maggio app sett

APPENNINO CENTRALE:

Bel tempo ovunque.

Segnaliamo solo la possibilità che qualche innocuo addensamento cumuliforme vada a formarsi nel corso del pomeriggio sui rilievi tra basso Lazio, Abruzzo meridionale e Molise, ma si tratterà di nubi innocue che tenderanno a dissolversi rapidamente.

In serata sereno su tutto il territorio.

Caldo sulle regioni del versante tirrenico, ove si sfioreranno i 30°C. Valori più contenuti sul settore Adriatico per via di residue correnti da nord/nord-est.

28 maggio app centr

APPENNINO MERIDIONALE:

Una residua circolazione fresca in quota proveniente da nord manterrà viva una certa variabilità diurna, comunque innocua, su gran parte della dorsale appenninica meridionale.

Non si tratterà di nubi particolarmente minacciose, seppur non ci sentiamo completamente di escludere improvvisi scrosci di pioggia pomeridiani sui rilievi della Calabria.

In serata rasserena ovunque con decisione.

28 maggio app sud

Previsioni a cura:

Rinaldo Cilli

Related Posts