Previsioni

Previsioni Appennino 26 Maggio: il tempo migliora ovunque con decisione.

Il fronte freddo transitato nelle ultime ore sulle regioni centro-meridionali tenderà ad allontanarsi rapidamente verso il sud dei Balcani, permettendo così il ritorno di ampi spazi soleggiati su tutta la Penisola. Quella di venerdì (ma in generale gran parte del fine settimana) sarà pertanto una giornata estremamente tranquilla quasi ovumque, con tanto sole, poche nubi per lo più relegate ai rilievi e all’estremo Meridione e temperature in decisa ripresa, specie sul medio versante Adriatico. Al Centro Nord i termometri potranno speso sfiorare i 30°C.

APPENNINO SETTENTRIONALE:

A parte qualche addensamento nuvoloso sull’Appennino ligure e tosco-emiliano, quella di venerdì sarà una giornata tutto sommato tranquilla, con ampi spazi di cielo sereno e un clima dal sapore prettamente estivo, considerando che le temperature (specie nelle zone di pianura) potranno facilmente lambire la soglia dei 30°C.

26 maggio app sett

APPENNINO CENTRALE:

Il fronte freddo si allontanerà rapidamente verso sud, pertanto il tempo tenderà rapidamente a migliorare su tutte le regioni. Domani, giornata di venerdì, ritroveremo infatti una prevalenza di cielo sereno ovunque, solo qualche nuvola sparsa totalmente innocua tra le zone interne di Lazio, Abruzzo e Molise. Temperature in aumento ovunque, in alcune zone non mancheranno picchi fino a 30°C.

26 maggio app centr

APPENNINO MERIDIONALE:

Ultimi disturbi instabili causati dal residuo afflusso fresco proveniente dai vicini Balcani. In realtà non ci attendiamo particolari conseguenze sotto l’aspetto precipitativo, perché di piogge ne ritroveremo davvero poche e tutte per lo più concentrate sull’Appennino calabro. Altrove, dopo una prima parte di giornata caratterizzata da maggior variabilità, è atteso un rapido miglioramento entro le ore serali, quando il cielo si rasserenerà su tutto il territorio. Temperature in leggera ripresa, venti residui da nord da moderati a deboli.

26 maggio app sud

Previsioni a cura di :

Rinaldo Cilli

Related Posts