Il possibile break estivo di metà mese

L’Estate tenta pian piano di conquistarsi la scena meteorologica, ma intanto deve ancora vedersela con una circolazione fresca nord-atlantica che sembra abbia tutte le intenzioni di metterle i bastoni tra le ruote, proponendo continui affondi freschi depressionari fin sul cuore del Mediterraneo. La presenza sulla Spagna di quella goccia fredda in quota sta un pò minando la solidità del campo anticiclonico presente sull’area italico-balcanica, per questo ne stiamo osservando una certa instabilità sotto il punto di vista della tenuta. L’aria fresca, infatti, sta riuscendo a spingersi fin verso sud-est, con forti temporali che dal Nord si stanno estendendo con forza fin sulle regioni centrali, ove nubi, vento e precipitazioni stanno mantenendo il clima generalmente più fresco. Questa instabilità persisterà a fasi alterne per gran parte della settimana, quando ulteriori impulsi instabili da ovest attarverseranno quasi tutta l’Italia. Solo il Sud godrà di maggiori spazi soleggiati, con le temperature che di conseguenza si manterranno elevate, dal sapore prettamente estivo. Solo nel week end l’anticiclone dovrebbe rinforzarsi un pò su tutto lo Stivale, per questo ci attendiamo un sabato e una domenica complessivamente caldi e soleggiati, con solo qualche temporale pomeridiano in più sui settori montuosi alpini e appenninici. In questa fase il caldo, ovviamente, sarà in crescendo.

POSSIBILE BREAK ESTIVO A META’ MESE: All’inizio della prossima settimana registreremo un progressivo abbassamento del flusso umido oceanico, pilotato da alcuni vortici di bassa pressione che dall’Atlantico si avvicineranno all’Europa occidentale. L’Italia verrà così raggiunta da correnti d’aria più fresca ed instabile, con molte nubi e qualche precipitazione soprattutto al Nord, Sardegna e regioni del versante tirrenico. Il cambiamento più sostanziale dovrebbe tuttavia materializzarsi intorno al prossimo fine settimana, quando saremo ormai giunti alla prima metà di Giugno. Un’intensa saccatura colma di aria fresca o molto fresca dovrebbe penentrare dall’Europa centrale fino all’area mediterranea, dando un vero e proprio schiaffo all’Estate. Se le proiezioni dei modelli trovassero conferma, ci aspettiamo un periodo decisamente molto dinamico, con piogge forti ovunque, venti in rinforzo e un sostanziale, generale abbassamento delle temperature. Presto ora per entrare nel dettaglio, i prossimi giorni saranno fondamentali per capire se questa evoluzione possa veramente affermarsi sullo scenario meteorologico europeo.