Pioggia in arrivo in Appennino, neve dai 1800/2000 metri di quota

Pioggia in arrivo in Appennino, l’inverno non ne vuole sapere al momento di cambiare marcia e nel prossimo fine settimana arriverà una nuova perturbazione che causerà delle piogge anche abbondanti fin sulle quote di alta montagna.

PIOGGIA IN ARRIVO IN APPENNINO, L’INVERNO NON PARTE. TORNANO PIOGGE E TEMPORALI FINO A 2000 METRI

Una nuova fase di maltempo si prepara a raggiungere la nostra Penisola, dopo giorni e giorni in cui a dominare lo scenario meteorologico è stata un’alta pressione lunga e duratura.

Una saccatura di aria relativamente più fredda sprofonderà verso la Penisola iberica, causando inizialmente un richiamo di correnti umide e di libeccio verso la nostra Penisola. Questo causerà un richiamo di aria mite capace di far risalire ulteriormente le temperature in tutte le nostre regioni.

Tale peggioramento causerà delle piogge e dei temporali diffusi, un po’ in tutte le nostre regioni. La neve si farà vedere solamente oltre i 1800/2000 metri. Questo almeno è quello che potrebbe avvenire in linea di massima, con qualche occasione tuttavia per vedere qualche fiocco bianco svolazzare anche più in basso.

Pioggia in arrivo in Appennino, ecco le temperature previste per la giornata di sabato

Pioggia in arrivo in Appennino, ecco le temperature previste per la giornata di sabato

Il modello ICON evidenzia come nella giornata di sabato, le temperature alla quota di 850 hpa risulteranno comprese tra i +4/+6°C. Quando parliamo di quota di riferimento parliamo di circa 1500 metri di quota.

Questo significa che stando a queste elaborazioni, la quota neve risulterà compresa tra i 1800/2000 metri di quota con una lieve diminuzione delle temperature a partire dalla giornata di domenica.

Quella di sabato sembrerebbe potere essere una giornata molto movimentata dal punto di vista del maltempo, con piogge abbondanti previste specialmente sui settori del versante tirrenico.

Questa è un po’ la situazione che il centro di calcolo europeo ECMWF aveva paventato, con temperature settimanali che in fin dei conti risulteranno abbondantemente sopra le medie stagionali.

E non migliorerà la situazione nel medio termine, con la modellistica numerica che eccetto qualche ora di temperature in media stagionale vede successivamente un rialzo termico.

DOVE NEVICA CON QUESTE TEMPERATURE?

Con questi valori termici, se confermati, la neve potrebbe cadere solamente nelle aree più alte del nostro Appennino. Solo sugli impianti di Majella e Campo Imperatore la precipitazione potrebbe risultare nevosa, e su quest’ultimo anche in modo abbastanza abbondante.

Il Gran Sasso, almeno, potrebbe tornare a mostrare di se uno scenario che gli compete in questo periodo anomalo e condizionato non solo da altissime temperature ma anche da miti peggioramenti.

Altrove le stazioni potrebbero piombare ancora più in crisi, e intanto la stagione avanza senza che in questo inverno si sia ancora verificata nemmeno una ondata di freddo in media con il periodo.

Gennaio intanto per l’8 mese consecutivo è risultato da record, con anomalie termiche eccezionali non solamente in Italia.

Pioggia in arrivo in Appennino nel fine settimana, ma nei prossimi giorni continueremo ad aggiornarci per parlare nel dettaglio delle precipitazioni previste e se ci sarà la possibilità di assistere a qualche nevicata sulle nostre montagne.

Comments (No)

Leave a Reply