Previsioni
Meteo Appennino, arriva la neve abbondante in Appennino

Meteo Appennino, una nuova fase di maltempo è ormai alle porte e sarà accompagnata da un forte calo delle temperature che già dalla giornata di domani presenterà le sue avvisaglie.

METEO APPENNINO, ARRIVA LA NEVE ABBONDANTE SULL’APPENNINO CENTRALE

Arriverà abbondante questa volta la neve in Appennino e in particolare su quello centrale, dove una bassa pressione andrà ad approfondirsi sul Mar Tirreno richiamando a se aria fredda o molto fredda; capace di accompagnare il peggioramento e di causare delle nevicate copiose a partire dai 600/700 metri di quota.

Il peggioramento come spiegato anche precedentemente inizierà dalle regioni settentrionali, con un iniziale interessamento dell’Appennino Tosco Emiliano, dove nel pomeriggio della giornata di venerdì avremo le prime nevicate che andranno a loro volta ad intensificarsi entro le ore serali della giornata.

La stessa quota neve in queste aree si attesterà attorno ai 500 metri di quota.

Nevicate che sulle aree del Cimone ma in generale un pò in tutto l’Appennino settentrionale, continueranno ad insistere fino alle prime ore del mattino di sabato, quando l’instabilità lascerà spazio alle prime ampie schiarite. Gli accumuli al suolo in queste zone non dovrebbero andare oltre i 25/30 centimetri oltre i 1000 metri di quota.

NEVE APPENNINO CENTRALE PIU’ ABBONDANTE, SPECIE VERSANTI NORD ORIENTALI

Sempre nella serata di venerdì il peggioramento delle condizioni del tempo comincerà ad interessare anche le regioni centrali della nostra Penisola, ed in particolare l’Abruzzo, le Marche e il Molise con un parziale interessamento del Lazio.

In una prima fase  qualche pioggia o temporale potrebbe interessare anche il Lazio, con la neve che in questo caso tornerebbe protagonista anche sull’Appennino Laziale e sul Terminillo dove le precipitazioni potranno risultare anche moderate. Dalla mattinata di sabato sui versanti laziali assisteremo alle prime schiarite.

Sull’Appennino Marchigiano e Abruzzese invece la fenomenologia si farà più insistente a partire dalle ore serali della giornata di venerdì, con la neve che cadrà abbondante come spesso accade in queste circostanze sulle aree nord orientali appenniniche.

Tra la notte e la mattinata al suolo potranno depositarsi anche oltre 40 cm di neve, specie su Gran Sasso e sulla Majella, ma buone nevicate si verificheranno anche sulle aree occidentali abruzzesi.

La seconda parte della giornata vedrà ancora una volta condizioni di tempo instabile, con la neve che sull’Appennino abruzzese dovrebbe continuare a cadere mentre in quello marchigiano si dovrebbe andare (seconda parte della giornata) verso una attenuazione dei fenomeni.

Le aree del Gran Sasso potrebbero andare facilmente oltre i 70/80 centimetri di neve fresca, solamente con le precipitazioni che si verificheranno tra la serata di venerdì e la giornata di sabato.

Questi accumuli risulteranno più corposi dai 1300/1400 metri di quota.

Da metà giornata il peggioramento si estenderà anche al Molise con la neve che tornerà ad imbiancare anche Capracotta, ma per la valutazione delle precipitazioni della seconda parte della giornata di sabato e di quella di domenica dovremo attendere gli sviluppi modellistici delle prossime ore.

Venti moderati o intensi nord orientali accompagneranno il peggioramento delle condizioni meteo, apportando un corposo calo delle temperature in tutte le nostre regioni e con le temperature massime che difficilmente andranno al di sopra degli zero gradi in Appennino.

Segui i prossimi aggiornamenti METEO APPENNINO per capire il tempo che farà nelle prossime ore.

Related Posts