Freddo e neve in arrivo in Europa, la tendenza di ECMWF verso una fase di blocco degli anticicloni

Freddo e neve in arrivo in Europa. Il centro di calcolo europeo mette in evidenza come dall’Epifania la situazione invernale sullo scacchiere europeo è destinata a cambiare.

FREDDO E NEVE IN ARRIVO IN EUROPA, LO SCENARIO DEL CENTRO DI CALCOLO EUROPEO PROPONE UNA FASE MOLTO INVERNALE

L’inverno latitante in Europa sembra destinato a cambiare passo e lo farà probabilmente a cavallo del periodo dell’Epifania. Il centro di calcolo Europeo ECMWF, da giorni propone un cambio netto dello scenario meteorologico.

In questi giorni a prevalere è stata una circolazione di tipo zonale, con l’alta pressione che non è mai riuscita ad erigersi verso le alte latitudini e non consentendo a fasi di aria fredda di raggiungere le medie o basse latitudini.

Da questa situazione ne è derivato uno scenario mite per gran parte del territorio europeo.
In questi giorni è avvenuto anche un riscaldamento della stratosfera, ma tutti i vari centri di calcolo sono d’accordo sul fatto che si è trattato di uno scenario di tipo “minor”.

Questo significa che il riscaldamento stratosferico non è riuscito a dividere il vortice polare, cosa che accade con eventi di tipo Major e che vanno spesso ad incidere – anche se non sempre – sulla circolazione atmosferica.

Tuttavia anche questa situazione avrà delle ripercussioni sulla circolazione atmosferica, tanto che il Vortice Polare tenderà ad allungarsi in una direttrice Asia-Nord America e l’evento stratosferico appena descritto avrà la funzione di andare ad esaltare un anticiclone che andrà a posizionarsi in area groenlandese.

Freddo e neve in arrivo in Europa

Freddo e neve in arrivo in Europa, la media degli scenari del centro di calcolo Europeo per la settimana 8-15 di gennaio

L’alta pressione di blocco è vista intensificarsi in area groenlandese, come evidente dalla mappa in allegato, consentendo così a delle masse di aria fredda di raggiungere il territorio europeo.

Quando parliamo di Europa non facciamo riferimento nello specifico al territorio italico, ma parliamo di una linea di tendenza che nel caso di conferme per gli effetti sulla nostra Penisola andrà approfondita successivamente.

ECMWF Nao negativa e regime di blocco

ECMWF Nao negativa e regime di blocco

A trovare dei riscontri rispetto a quanto abbiamo appena descritto c’è anche il sistema dei regimi che vede la tendenza ad una NAO – /BL+. In parole semplici tale diagramma mette in evidenza come il flusso da ovest dovrebbe risultare più debole, consentendo all’aria fredda di raggiungere il territorio europeo.

L’estensione dei cerchi verso il BL+ evidenzia la possibilità della presenza di un’alta pressione di blocco, che non dovrebbe consentire alle correnti umide e atlantiche di raggiungere le medie e basse latitudini europee.

Freddo e neve in arrivo in Europa, ecco gli scenari del centro di calcolo europeo

Freddo e neve in arrivo in Europa, ecco gli scenari del centro di calcolo europeo

La sintesi di quanto fino ad ora esaminato potrebbe essere proprio la medesima, quella che mostra il centro di calcolo ECMWF già sotto alle 144 ore.

Una situazione del genere richiamerebbe correnti fredde o molto fredde verso l’Europa, con la neve che tornerebbe protagonista in molte nazioni.

E’ probabile che in questo frangente, quindi nel periodo che va dall’8-15 di gennaio, aria fredda o molto fredda e con dinamiche tutte ancora da definire, potrebbe riportare l’inverno anche in Italia.

La situazione andrà tuttavia approfondita nei prossimi giorni.
Certo è che freddo e neve in arrivo in Europa torneranno protagonisti, già a partire dalla Befana.

Comments (No)

Leave a Reply