Freddo in arrivo, temperature giù anche di 10-12°C

L’Italia è alle prese con un vasto campo di alta pressione che ci sta regalando giornate dal sapore sicuramente più primaverile che autunnale; sole e temperature miti, superiori alla media, stanno dominando lo scenario, in un periodo che sicuramente dovrebbe mostrare ben altre facce.

La persistente presenza di questa figura anticiclonica, piuttosto invadente e in grado di occupare gran parte dell’Europa centro-meridionale, sta favorendo la formazione di nebbie piuttosto fitte nelle pianure del Nord e nelle aree vallive del Centro Italia, ove nelle prime ore del mattino e durante la notte la visibilità si riduce in maniera importante.

Nel corso dei prossimi giorni la situazione resterà immutata, ma l’anticicl0ne tenderà ad estendersi maggiormente verso nord, posizionando i propri massimi pressori a ridosso della Scandinavia. Ciò favorirà l’afflusso di fredde correnti orentali dalla vicina Penisola balcanica, che causeranno a partire da venerdì 16 un progressivo abbassamento delle temperature. Non si tratterà di una vera e propria irruzione fredda degna di nota, ma quanto meno sarà in grado di generare un generale abbassamento delle temperature su gran parte dello Stivale.

Dalla mappa in allegato (fonte meteogiornale.it) si può notare come l’entità del calo termico risulterà maggiore soprattutto sui versanti orientali peninsulari, maggiormente esposti alle correnti orientali. I valori perderanno in media dagli 8 ai 10°C un pò ovunque, anche qualcosa in più sui settori adriatici. Farà freddo, specie in mattinata e nelle ore serali-notturne, quando diverse località potranno sfiorare la soglia degli 0°C centigradi. Per eventuali precipitazioni è meglio aspettare ulteriori aggiutamenti modellistici, mentre vale la pena menzionare il rafforzamento dei venti dai quadranti settentrionali ed orientali sull’intero Stivale.