Medio-lungo termine Previsioni

La giornata odierna, domenica 15 Luglio, segnerà l’apice di questa breve, seppur intensa ondata di calore determinata dall’espansione verso nord dell’anticiclone sub-tropicale nord africano. Ieri le temperature hanno toccato picchi davvero notevoli in talune località del Centro Sud, con punte fino a 35/36°C e picchi addirittura di 38/40°C nelle zone interne della Sardegna e della Sicilia. Farà caldo pure oggi, e anche molto; tante città supereranno agevolmente la soglia dei 34/35°C ed esattamente come accaduto ieri molte altre sfioreranno i 40°C. Ma sarà l’ultimo giorno…

O meglio, l’ultimo giorno di questa primo “step” africano; tra domani e martedì è infatti atteso il passaggio di una rapida perturbazione atlantica collegata ad una piccola “ansa depressionaria” situata sulla Penisola Iberica; muovendosi verso levante innescherà il richiamo di correnti un pò più fresche nord-occidentali, che irromperanno sul Mediterraneo centrale sottoforma di moderati/forti venti di Maestrale e/o Ponente. Di conseguenza questa rapida “sortita” fresca oceanica scatenerà marcati contrasti termici con l’aria calda preesistente, innescando temporali anche molto intensi soprattutto sulle regioni centro-settentrionali.

Già da oggi i primi, intensi temporali (cartina sopra, fonte Lamma Toscana) faranno la loro comparsa in alcune zone dell’Appennino centrale, con particolare riferimento all’entroterra abruzzese, molisano e più marginalmente anche quello marchigiano, specie nelle zone a sud della Regione. Ma pioverà diffusamente anche al Nord, in primis su Alpi e prealpi, ma con coinvolgimento successivo anche di alcune aree della Val Padana centro-orientale. Domani, lunedì, attenzione ai temporali che si svilupperanno sulle regioni settentrionali e che dalle montagne si estenderanno rapidamente anche tutto il comparto pianeggiante. Un occhio di riguardo soprattutto a: Piemonte, Lombardia, Emilia (specie zone a nord del Po), Veneto e dalla sera anche il Friuli Venezia Giulia.

Temporali, piogge e forti venti che interesseranno anche il Centro Italia, soprattutto in ordine Lazio, Abruzzo e Molise, qui con piogge anche intense accompagnate diffusamente da qualche grandinata (mappa soprastante). L’umidità accumulata in questi giorni di caldo afoso garantirà “carburante” necessario per lo sviluppo e il successivo mantenimento delle celle temporalesche, pertanto attenzione perché in alcuni settori potrebbero verificarsi precipitazioni anche molto intense e persistenti. Martedì e mercoledì ancora instabilità sulla dorsale appenninica centro-meridionale, ma la fenomenologia risulterà meno intensa rispetto alle prossime 24-48 ore.

Dopo un ricambio d’aria necessario e alquanto piacevole vista la calura in intensificazione, l’anticiclone nord-africano potrebbe tornare a rafforzarsi già nel prossimo fine settimna, portando una forte ondata di caldo sulle regioni centro-meridionali. Ne parleremo nei prossimi aggiornamenti.

Related Posts