Dal caldo anomalo alla neve in Appennino, temperature giù di 15°C da metà settimana

Dal caldo anomalo alla neve in Appennino, le temperature nei prossimi giorni andranno giù di ben 15°C mettendo fine a questa ondata di calore eccessivamente intensa che nel week end ha fatto registrare valori tipici del mese di luglio.

DAL CALDO ANOMALO ALLA NEVE IN APPENNINO DA META’ SETTIMANA, ECCO LE PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE

Un’ondata di caldo da record ha interessato e sta tutt’ora interessando la nostra Penisola, da nord a sud, causando delle temperature nettamente al di sopra delle medie stagionali.

Valori simil estivi, più consoni al mese di luglio, che a 2000 metri di quota sono arrivati a toccare anche +15/+18°C. Notevole la temperatura registrata sul Monte Cimone dalle rilevazioni di Emilia Romagna Meteo, con il record mai registrato capace di battere quello di appena qualche giorno fa. Ben +15°C a quota 2100 metri.

E pensare che questo valore l’ultima volta era stato battuto nell’ormai lontano 2013, quando per la prima volta per il mese di aprile vennero raggiunti e toccati i +13°C.

DAL CALDO INTENSO ALLA NEVE IL PASSO E’ BREVE

Dal caldo anomalo alla neve in Appennino, ecco le previsioni

Dal caldo anomalo alla neve in Appennino, ecco le previsioni

I principali centri di calcolo evidenziano ormai da diversi giorni un netto cambio di circolazione per il mediterraneo centrale, con l’arrivo di aria artico marittima che causerà condizioni di tempo instabile e freddo e via via sempre più invernale.

Si comincerà con delle piogge e dei temporali che da domani interesseranno il nord Italia, per poi estendersi tra mercoledì e giovedì al centro sud.

La fase più interessante potrebbe avvenire proprio a cavallo del prossimo fine settimana, quando un nucleo di aria ancora più fredda potrebbe interessare con maggior intensità le nostre regioni.

Dalle prime proiezioni sembra ormai quasi certo il ritorno della neve in montagna, prima sulle vette e poi a quote via via più basse.

Una situazione ancora da valutare nei suoi dettagli, ma che sembra indirizzata ad un cambio netto di scenario nel corso dei prossimi giorni.

Una dinamica che oltretutto potrebbe persistere per un buon periodo di tempo, con effetti tutti da valutare sul Mediterraneo centrale dove non sono escluse nuove sortite di aria relativamente fredda per il periodo.

Il mese di aprile fino ad oggi è stato condizionato da valori di caldo storico, con record su record che sono andati frantumati grazie ad avvezioni di aria mite tipiche del periodo tardo estivo.

Nei prossimi giorni lo scenario verrà ribaltato con aria fredda per il periodo che interesserà la nostra Penisola e gran parte delle nostre regioni.

Dal caldo anomalo alla neve in Appennino, seguiranno nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni.

Comments (No)

Leave a Reply