Zero termico a 5000 metri di quota nella giornata di domani, attesi picchi record

Lo zero termico nella giornata di martedì è previsto salire a sfiorare i 5000 metri di quota. Sono queste le proiezioni dei principali centri di calcolo, che risultano tutti quanti concordi riguardo una potenziale ondata di caldo record sulla nostra Penisola.

ZERO TERMICO A 5000 METRI NELLA GIORNATA DI MARTEDI’. SONO ATTESI PICCHI OVER 40°C IN MOLTE CITTA’

La mappa in evidenza mostra le temperature previste al suolo per la giornata di martedì. Come è possibile osservare nelle ore centrali della giornata, il colore viola risulta molto indicativo tanto che i valori massimi arriveranno facilmente a toccare o superare i +40°C specie nelle grandi città e nelle aree interne del centro sud Italia.

Noterete come da Firenze in giù effettivamente i picchi massimi di temperature siano molto elevati, con valori stimati dalle proiezioni ensemble anche superiori ai +40°C. Notevoli sono le stime sulla città di Roma che potrebbe stabilire il suo record storico di temperatura, con i +42°C che effettivamente e vista la configurazione meteorologica non sono da escludere.

Nelle prossime ore avremo un sensibile e ulteriore rialzo delle temperature con lo zero termico che già nella giornata odierna si aggirerà intorno ai 4400/4600 metri di quota, e nella giornata di domani è destinato a salire ulteriormente fin verso i 5000 mila metri.

ZERO TERMICO A 5000 METRI DI QUOTA DOMANI

Penisola, in particolare nelle grandi città. A Roma è a rischio il record di caldo storico. La mappa del centro di calcolo GFS mette in evidenza le temperature previste al suolo nella giornata di domani

Il picco di questa ondata di caldo è attesa tra la giornata di martedì e quella di mercoledì, ma successivamente l’alta pressione non sembrerebbe essere intenzionata a mollare la presa sulle nostre regioni e addirittura non è escluso possa avvenire un suo nuovo rinforzo entro il prossimo fine settimana.

Le piogge e i temporali almeno al centro Italia sembrerebbero volersi mantenere lontani, garantendo dunque un tempo stabile e molto caldo almeno per questa seconda parte del mese di luglio.

Qualche timido segnale di cambiamento delle condizioni del tempo, dai principali GM, inizia ad intravedersi solamente con l’arrivo della fine del mese.

Situazione meteorologica che ancora appare piuttosto lontana nel tempo e quindi di difficile previsione.

Quel che è certo che in questa settimana lo zero termico si manterrà altissimo, con aree come il Gran Sasso d’Italia che potranno facilmente fa registrare a quasi 3000 metri di quota valori intorno ai +20°C.

Il volto più caldo dell’intera estate potrebbe essere proprio questo, dopo un mese di giugno tutto sommato piovoso e anche a carattere fresco è giunto il momento dell’ondata di caldo al momento più intensa e duratura della stagione.

Nelle prossime ore monitoreremo i valori termici che verranno raggiunti, sia in montagna che alle basse quote e vedremo se effettivamente ci sarà la possibilità di frantumare qualche record.

Lo zero termico oggi a 4500 metri, domani a 5000 e poi in sensibile calo fin verso i 4600. Giornate molto calde per tutta la settimana, sia al mare che in montagna.

Comments (No)

Leave a Reply