Zen sotto la prima neve di stagione al Rifugio Franchetti

Zen è un cane famosissimo ormai non solo sul Gran Sasso, ma un pò in tutto l’Appennino. Turisti e appassionati di montagna che con una assidua regolarità vengono in Abruzzo per arrivare al Rifugio Franchetti, o per visitare il Gran Sasso d’Italia conoscono il cane custode del Rifugio.

Zen nel corso degli anni si è fatto conoscere e ha animato i post di Luca Mazzoleni, gestore del Franchetti, che di tanto in tanto tramite la pagina social di Facebook ci ha mostrato le sue avventure; sia nei momenti migliori che in quelli peggiori – come la pandemia – con a seguito sempre il simpatico amico a quattro zampe.

Zen sotto la neve al Rifugio Franchetti del Gran Sasso D'Italia

Zen sotto la neve al Rifugio Franchetti del Gran Sasso D’Italia

Quello che vediamo nella foto, scattata da Mazzoleni, è Zen nei pressi del Rifugio Franchetti nella mattinata odierna, sopra il primo manto nevoso della stagione autunnale.

Circa 10/15 cm di neve fresca che nelle prossime ore forse potrebbero pure aumentare, insieme al freddo che porterà una ulteriore diminuzione delle temperature.

Luca Mazzoleni ci ricorda inoltre che nonostante la neve sia stata forse meno di quella prevista, al momento, le condizioni per le escursioni non muniti di attrezzatura invernale, in questo momento non sono sicure.

Oggi siamo saliti al rifugio per svuotare l’impianto idrico e fare tanti altri lavoretti necessari perchè il gelo non faccia danni.
Neve ce n’è meno di quanta pensavamo ed è umida d’acqua: il freddo ancora non è arrivato in quota, ma le condizioni non sono favorevoli per nessuna gita oltre i 2300/2400 metri, meglio dedicarsi a escursioni sotto i 2000.
Vediamo come va il meteo nei prossimi giorni, se non migliora e torna il caldo temiamo che la stagione di apertura del Franchetti sia finita…
Sono dunque sconsigliate, per via del vento sostenuto e del maltempo delle prossime ore, escursioni in alta montagna specie se non muniti di indumenti e attrezzatura invernale.