News

Terminillo: proroga per gli impianti sciistici

Sembra dunque destinata a concludersi il braccio di ferro innescatosi tra l’ente e la società gestrice 'Funivia del Terminillo'

Il Comune di Rieti concederà una proroga all’esercizio di conduzione degli impianti da sci fino a quando non verrà individuato un nuovo gestore, ponendo così fine al braccio di ferro innescatosi tra l’ente e la società gestrice “Funivia del Terminillo”.

Terminillo
Il Comune di Rieti concederà una proroga all’esercizio di conduzione degli impianti da sci del Terminillo. Foto di FOTOMANIA TERMINILLO

Sembra dunque destinata a concludersi la vicenda raccontata nei giorni scorsi da Il Messaggero, quando l’allarme lanciato dal direttore della scuola sci Simone Munalli («La mia paura è che quest’anno si possa convivere con il virus, ma che manchi la riapertura degli impianti») aveva trovato conferma nelle parole del gestore Flavio Formichetti («Il Comune non mi ha rinnovato le concessioni scadute e in scadenza, e in queste condizioni non posso riaprire gli impianti»), palesando il rischio di restare con gli impianti chiusi anche durante i mesi invernali. Dal canto suo, il Comune aveva replicato che Formichetti che poteva «proseguire nell’esercizio di gestione nelle more della procedura di valutazione degli impianti esistenti e dei successive affidamenti». Tradotto: finché non verrà identificato un nuovo gestore, la “Funivia del Terminillo” potrà continuare a far funzionare gli impianti. E dopo un incontro faccia a faccia avvenuto nei giorni scorsi tra Comune e gestore, l’ente si è messo al lavoro per redigere l’ordinanza che sbloccherà l’impasse.

L’ordinanza 
Gli uffici tecnici del Comune sono ora al lavoro per produrre un’ordinanza che avrà l’effetto di una proroga temporanea alla possibilità, da parte della società “Funivia”, di poter continuare a gestire gli impianti, strutture che l’ente si prepara a mettere a gara, non prima però di aver individuato le aziende che intenderanno rilevarli. Almeno formalmente, la “Funivia” avrà dunque tutte le carte in regola per poter garantire la riapertura in vista della stagione invernale, dopo anche la firma del protocollo nazionale anti-Covid per la ripartenza delle strutture sciistiche in tutta Italia.

Il nodo
Resta però il nodo dei ritardi accumulati in questi mesi quando, prima a marzo e poi a luglio, davanti a due richieste di rinnovo (non temporaneo) della concessione avanzate da parte del gestore, il Comune aveva risposto picche, perché nel frattempo era già stata avviata la procedura che a breve porterà all’avvio del sistema di qualificazione per individuare le future imprese candidate alla gestione degli impianti. Così, di fronte ai dinieghi del Comune, la “Funivia” non ha nel frattempo avviato i lavori di manutenzione su impianti e piste che ora, a poche settimane di distanza dall’inizio della stagione, sono ancora lontane dall’essere pienamente funzionanti. 
Nel caso in cui dovesse nevicare, la stagione è dunque salva? Formichetti non si sbilancia: «Non prometto nulla. Per mandare avanti gli impianti, i lavori di manutenzione sarebbero infatti dovuti iniziare tra aprile e maggio, ma questo non si è potuto fare perché non ho avuto il rinnovo delle concessioni. Il Comune mi ha garantito che nei prossimi giorni avrò l’autorizzazione temporanea a proseguire: da parte mia farò quello che posso, ma al momento non assicuro nulla».

Fonte: ilmessaggero.it/rieti/rieti_terminillo_impianti_sci-6242847.html