News

Monte Elefante, salvato con elicottero Vigili del Fuco escursionista ferito (VIDEO)

Soccorso sul Monte Elefante un'escursionista ferito, spettacolare l'intervento dei Vigili del Fuoco a bordo di un elicottero Drago

Un’estate difficoltosa per i soccorritori che hanno dovuto far fronte a decine di incidenti in montagna. Dopo la Pandemia, che è ancora ben attiva nel nostro continente, sono aumentati notevolmente gli incidenti e gli escursionisti che frequentano con molta più assiduità le nostre montagne.

Tra questi aumentano anche il numero degli inesperti che si recano in alta montagna non muniti delle giuste attrezzature.

Nella giornata di ieri un uomo è stato salvato dai Vigili del Fuoco.

Operazioni di soccorso ieri sulle pendici del Terminillo, nel reatino, in un versante del monte Elefante: salvato con l’elicottero dei Vigili del fuoco un escursionista ferito. Una volta individuato l’uomo e accostato il Drago 145 in volo stazionario alla parete rocciosa, con una manovra di calata e recupero gli aerosoccorritori si sono calati col verricello portandolo al sicuro. Una unità mobile del personale medico attendeva in una piazzola l’arrivo del ferito per il suo successivo trasporto in ospedale per le cure del caso.

In allegato il video del salvataggio girato dai Vigili del Fuoco all’interno dell’elicottero Drago.

Sempre sul fronte incidenti è da segnalare che sono state sospese le ricerche dell’escursionista veneziano disperso ormai da 10 giorni.

Sono sospese da oggi le ricerche con volontari civili di Federico Lugato, l’escursionista veneziano residente a Milano di cui non si hanno più notizie da 10 giorni, e di cui si sono perse le tracce in Val di Zoldo, nelle Dolomiti Bellunesi. Lo comunica via social la compagna di Lugato, Elena Panciera, che aveva raccolto le adesioni di molti amici e volontari, che in questi giorni hanno affiancato i Vigili del fuoco e il Soccorso Alpino. questi ultimi resteranno nella zona di Pralongo, dove è la base per le ricerche. In giornata è prevista una riunione in Prefettura a Belluno dove le autorità decideranno come proseguire le attività