Agosto 2021, boom di soccorsi in montagna

Agosto 2021 nonostante non sia terminato è stato già da record per il Soccorso Alpino e Speleologico, che è stato impegnato in tantissimi soccorsi e secondo alcune stime si parla di una media di circa sei interventi al giorno specie nel periodo di Ferragosto.

Nella foto l’intervento di Soccorso da parte del CNSAS nei pressi del castello di Rocca Calascio. Foto EMANUELE VALERI 

Già nel 2020 si era notata una certa impennata di soccorsi in montagna, una conseguenza anche questa probabilmente del Coronavirus dovuta al fatto che in molti hanno riscoperto le località di montagna non potendo andare all’estero o non sentendosi sicuri di farlo.

La conseguenza molto spesso è stato un vestiario inadeguato da parte degli escursionisti, con scarpe soprattutto inadeguate.

Molte volte anche nei sentieri di montagna più complessi si nota la presenza di presunti escursionisti, che si avventurano con scarpe da passeggio o addirittura sandali ai piedi mettendo in pericolo la loro incolumità.

Più volte il Soccorso Alpino e Speleologico tramite post via canali social, ha lanciato un monito a tutti gli escursionisti, o a chi per le prime volte si è avvicinato alla montagna, ricordando di prestare attenzione e di utilizzare un vestiario adeguato.

Gli imprevisti sono sempre alle porte, ma la preparazione è fondamentale per poter vivere la montagna e goderla nella sua totalità.