Situazione critica ad Ovindoli: appello del Sindaco Angelosante

Le abbondanti precipitazioni nevose in atto su tutti i rilievi Appenninici centrali, non hanno risparmiato Ovindoli (AQ), comune posto a 1375 metri sul livello del mare.

Ovindoli

Neve abbondante ad Ovindoli foto di Max Basciano

A tale proposito, il Sindaco Simone Angelosante invita turisti, escursionisti e curiosi a NON recarsi in paese: “Gente che saliva senza un giustificato motivo! Una abbondantissima nevicata in corso, impianti sciistici chiusi, strada statale chiusa da Celano, Anello della Magnola chiuso, per di più siamo in zona rossa… per cui vi invito fermamente a non venire ad Ovindoli, sperando pure che tutti gli alberi scarichino il prima possibile perché è neve pesante“.

Ovindoli

Traffico in tilt ad Ovindoli

Inoltre, una fitta nevicata sta interessando le due arterie autostradali A24 Roma-L’Aquila-Teramo nel tratto Carsoli (L’Aquila)-S.Gabriele Colledara (Teramo) e la A25 Torano-Pescara tra il bivio A25/A24 Roma-Torano e Tocco da Casauria (Pescara); si segnalano anche banchi di nebbia tra Carsoli e L’Aquila Est sulla A24 e tra Magliano dei Marsi (L’Aquila) e Cocullo (L’Aquila) sulla A25, in entrambi i tratti con visibilità 80 metri.

Anche situazione valanghe non è da sottovalutare, come avverte il Servizio MeteoMont: “Le nuove precipitazioni nevose previste in centro Italia nelle prossime ore renderanno critiche le condizioni del manto nevoso. “Molto forte” il rischio di valanghe in diverse aree anche sull’Appennino centrale.

Proprio per l’elevato rischio di valanghe il Soccorso Alpino e Speleologico raccomanda a tutti quelli che svolgeranno attività sportiva, come sci alpinismo o escursioni con ciaspole o senza, di rispettare le regole vigenti sul distanziamento e sull’assenza di assembramenti e di porre molta cura nella scelta dei tracciati, per evitare di impegnare in attività di soccorso in valanga gli elicotteri sanitari e il personale sanitario, già fortemente impegnato nella lotta al Covid-19. Le condizioni instabili del manto nevoso richiedono estrema cautela nell’affrontare qualsiasi attività invernale in montagna e una buona capacità di valutazione ambientale a livello locale. Le attività sulla neve, pertanto, sono fortemente sconsigliate. In via generale è comunque importante informarsi preventivamente sulle situazioni del manto nevoso, sul pericolo valanghe e sulla distanza dei percorsi scelti rispetto ai normali accessi dei soccorritori che sono operativi quando gli impianti di risalita sono in funzione.

Nel video seguente, realizzato da Majellando, la situazione attuale ad Ovindoli.