Situazione critica sul Monte Cimone a causa delle abbondanti nevicate

Le immagini sono piuttosto eloquenti e mostrano accumuli elevati su gran parte dell’Appennino Emiliano ed in particolare sul Monte Cimone, portando numerosi disagi.

Cimone

Cimone

Situazione critica anche sull’Alto Appennino tra Parmense, Reggiano e Modenese, dove si superano i 2 metri di neve nelle località più alte. Diverse abitazioni risultano senza corrente elettrica e difficilmente raggiungibili. Diversi i disagi alla viabilità, soprattutto ad alta quota. Non solo sul Cimone, ma anche all’Abetone i Vigili del Fuoco lavorano alacremente per ridurre al minimo i problemi generati dalle abbondanti precipitazioni, soprattutto sulla strada di collegamento tra Abetone e Cutigliano a causa di numerose piante ed alberi danneggiati dal peso della neve.

Cimone

Cimone Pian del Falco foto di Emilia Romagna Meteo

Si sono verificate diverse frane, specialmente tra reggiano e parmense, nonché criticità per quanto riguarda l’erogazione di energia elettrica e alcune località rimangono ancora in blackout, specialmente tra Piacentino e Parmense. Situazione che resterà piuttosto incerta dal punto di vista meteorologico, in quanto la tendenza vedrà un’attenuazione dell’instabilità atmosferica nelle prossime ore, anche se nuove nevicate saranno ancora possibili sulle aree appenniniche.

Poco fa il Soccorso Alpino dell’Emilia Romagna ha tratto in salvo due escursionisti in difficoltà. Nel pomeriggio di oggi due ragazzi, un uomo di 35 anni residente a Bologna e una donna di 31 anni residente a Nuoro sono andati a fare una passeggiata con le ciaspole sul sentiero CAI 451 che Sestola (MO) conduce a Passo del Lupo. Giunti all’altezza di Passo Serre a causa dell’abbondante neve e dal buio hanno perso l’orientamento. Molto provati e infreddoliti, hanno chiamato il 112 per chiedere aiuto. Sono circa le 16.40 quando viene attivato il Soccorso Alpino e Speleologico Stazione M. Cimone che invia sul posto la squadra di Sestola. Nel frattempo i due malcapitati riescono a fornire una posizione GPS. I tecnici giunti in prossimità della posizione indicata, indossano gli sci e li raggiungono. Dopo essersi accertati che non vi fossero problemi di tipo sanitario i due amici vengono riaccompagnati sulla strada asfaltata.
Cimone Passo del Lupo foto del cnsas

Il CNSAS, inoltre, raccomanda a tutti i frequentatori della montagna la massima attenzione. Prima di pianificare una gita seguite i bollettini valanghe e l’evoluzione meteo. Mettete sempre nello zaino una lampada frontale e indossare l’apparecchio ARTvA. Ricordiamo a tutti che l’ultimo bollettino valanghe da un rischio 4 su una scala di 5.

Ringraziamo Emilia Romagna Meteo per le foto.