Serpente a bordo di un aereo di linea crea panico tra i passeggeri

Il serpente a bordo era innocuo

Un serpente a bordo del volo United Airlines partito da Tampa in Florida e diretto in News Jersey. È accaduto qualche giorno fa in business class, sui cieli a ‘stelle e strisce’.

Un serpente a bordo ha seminato il panico su aereo di linea

Il VIDEO è divenuto presto virale, soprattutto perché i passeggeri hanno cominciato a urlare, mettendo in grande agitazione sia l’animale che hostess e steward che ci hanno messo qualche secondo per capire che cosa stesse succedendo. Giustamente, trattandosi di un serpente a bordo dove lo spazio è comunque ristretto e, soprattutto, da dove è impossibile scappare, non è stata graditissima dai passeggeri.

Una volta a terra al Newark Liberty International airport, gli ufficiali addetti al controllo degli animali e la polizia aeroportuale si sono presentati al gate e hanno provveduto a catturare il serpente a bordo che è stato poi liberato in natura.

Il serpente a bordo era un Thamnophis

Il serpente a bordo era un Thamnophis, comunemente detto serpente giarrettiera. È un rettile non velenoso della famiglia Natricidae, diffuso in Nord America, dall’Alaska ed il Canada fino all’America Centrale.

Nonostante il suo declino dall’essere collezionato come animale domestico, l’inquinamento delle aree acquatiche, e l’introduzione della Rana catesbeiana e del Persico trota come predatori, rimane comunque un serpente molto comune.

Il serpente a bordo è, come tutti i serpenti, carnivoro. La sua dieta consiste di tutte le creature che può catturare: lumache, lombrichi, sanguisughe, lucertole, anfibi, uccelli, pesci, rane e roditori.

I Serpenti giarrettiera spesso si adattano per mangiare qualunque cosa trovino, e dovunque, perché il cibo può essere scarso ed abbondante. Nonostante mangino quasi del tutto animali vivi, certe volte si cibano di uova.

I Thamnophis, ossia  sono serpenti diurni dotati di riflessi pronti, capaci di movimenti molto rapidi, abili nuotatori ed arrampicatori.

In caso di pericolo si difendono con morsi e rilasciando un repellente dall’odore nauseabondo (proprio come le Natrix), tendenza che per fortuna perdono presto in cattività.