Germania e Austria ora fanno paura, il mondo dello sci teme il tracollo

SCI, PAURA PER ASSENZA DI TURISMO NELLA STAGIONE 2021/2022

I contagi da Sars-Cov2 continuano ad aumentare in Europa, che in questo momento è il focolaio principale di coronavirus nel mondo. I paesi dell’est europeo da circa un mese ormai vivono una vera e propria crisi sanitaria, che di riflesso si sta espandendo anche in altri paesi europei, come l’Austria e la Germania che presentano un tasso di vaccinati piuttosto basso.

Specialmente in Austria il governo ha preso delle misure durissime imponendo un Lockdown nazionale, che riguarderà non solo i no Vax e i no Pass ma anche i non vaccinati.

In Italia attualmente la situazione risulta lievemente migliore, sebbene sia in netto peggioramento con la giornata di ieri che ha fatto registrare oltre 11 mila nuovi contagi. Un dato che non si verificava dal mese di maggio scorso, con un tasso di positività oltre il 2%.

Proprio seguendo questi campanelli d’allarme è la Valle D’Aosta a lanciare l’allarme e a temere il tracollo dell’industria dello sci.

Ferruccio Furnier, presidente dell’Associazione valdostana impianti a fune, in una intervista al quotidiano La Stampa (CLICCA QUI PER LEGGERLA COMPLETA)  ha espresso tutta la sua preoccupazione ribadendo che una stagione simile a quella dello scorso anno metterebbe in ginocchio tutta quanta l’economia dello sci.

La preoccupazione maggiore questa volta deriva dal fatto che i Paesi che dovrebbero portare del turismo in Italia, in questo momento sono particolarmente in crisi e di riflesso in questo modo né risentirà anche la nostra industria dello sci,

L’augurio ha continuato Fournier nell’intervista, è che il numero delle vaccinazioni possa continuare a crescere e che la situazione di qui a poco si stabilizzi.

Intanto a livello nazionale è stata portata avanti una proposta per sciare anche in caso di zona arancione o rossa con un numero di Skipass limitati, e controlli a campione in grado di garantire maggiore sicurezza anche sugli impianti.

In settimana in Cdm dovrebbero uscire le nuove regole per la stagione, né riparleremo.