Sci, in Austria scricchiola il fronte pro riapertura impianti

Se nei giorni scorsi avevamo sentito parlare di Austria e Svizzera assolutamente intenzionate ad aprire gli impianti di sci già prima di Natale, questa volta è arrivata però un’intervista da parte di Ernst Schoepf, Presidente del Consorzio dei comuni tirolesi e sindaco del Centro Sciistico di Soelden, che ha invitato alla cautela.

Infatti queste che trovate qui di seguito sono le parole del potente Presidente dei Consorzi ai microfoni della Tiroler Tageszeitung << L’inverno è lungo e siamo solo all’inizio. Anche se partissimo solo a gennaio, avremmo ancora parecchio da fare. Per il momento né Austria né Germania hanno i numeri che consentono una riapertura>>.

Lo stesso Schoepf mette in guardia i governatori su quelle che potrebbero essere delle decisioni affrettate, così che ribadisce << Il 70% dei nostri clienti proviene da Paesi che sconsigliano viaggi verso l’Austria. Non tutti gli albergatori vogliono aprire >>

Intanto come anticipato anche negli ultimi articoli l’Italia imporrà con il prossimo provvedimento lo stop allo spostamento tra le regioni almeno fino al 10 di gennaio, e probabilmente queste restrizioni comprenderanno anche la chiusura totale dei ristornati per il 25 e il 26 di dicembre.

In base sempre agli ultimi eventi che si sono verificati a Napoli, Roma, Genova e Torino, inerenti ai grandi assembramenti, si pensa ad una ulteriore stretta sotto Natale e sui controlli.