Santu Lussurgiu, le fiamme si spostano verso San Leonardo. Il Comune chiede disponibilità autobotti

In Sardegna il fuoco continua ad ardere ettari e ettari di montagna, aiutato dai forti venti che stanno contribuendo a spostare il fronte di fuoco con una certa velocità.

Dalle prime ore del mattino sono al lavoro 6 canadair e gli elicotteri per tentare di circoscrivere il vasto rogo, soprattutto per tentare di difendere i centri abitati sfiorati e danneggiati già nella notte.

A Cuglieri le fiamme sono arrivate fino al centro abitato, così come a Santu Lussurgiu dove al momento risultano sfollate più di 100 persone.

La situazione continua tuttavia a rimanere grave a causa del forte vento e del fronte di fuoco che si sta spostando verso San Leonardo.

A tale proposito il Comune di Santu Lussurgiu ha chiesto attraverso un post tramite i propri social, la disponibilità di autobotti – a chi né fosse in possesso- per andare ad aiutare a spegnere le fiamme.

COMUNE SANTU LUSSURGIU CHIEDE AIUTO AUTOBOTTI

La giornata odierna è ancora da bollino rosso in gran parte della nostra Penisola, con i forti venti che spazzeranno per tutta la giornata sui settori tirrenici e un’allerta di colore arancione per rischio incendio boschivo emanata anche nella regione lazio.

In Sardegna le operazioni di spegnimento continueranno con molta probabilità fino alle tarde ore serali della giornata, con la speranza che il vento possa abbassarsi e il fuoco risultare contenuto.

Santu Lussurgiu devastata dalle fiamme, il Comune chiede mezzi di aiuto per fronteggiare le fiamme verso San Leonardo