San Benedetto dei Marsi, il 10 settembre mobilitazione nazionale per l’Orsa Amarena

San Benedetto dei Marsi, il 10 di settembre è prevista una mobilitazione nazionale di condanna per l’efferato gesto che ha portato all’uccisione dell’Orsa Amarena.

SAN BENEDETTO DEI MARSI, DA TUTTA ITALIA PER MANIFESTARE CONTRO L’UCCISIONE DELL’ORSA AMARENA

Il Partito Animalista Europeo ed Animalisti Italiani, con la collaborazione delle associazioni di protezione e di volontariato animalista, hanno organizzato per domenica 10 settembre una mobilitazione nazionale di protesta contro l’uccisione dell’Orsa Amarena.

L’appuntamento è fissato per le ore 15:00 in Piazza del Risorgimento, e sono state invitate tutte le più alte cariche dello Stato. L’evento è stato comunicato, come di consuetudine accade per questi movimenti, alla questura dell’Aquila.

San Benedetto dei Marsi, il 10 settembre la manifestazione nazionale per Amarena

San Benedetto dei Marsi, il 10 settembre la manifestazione nazionale per Amarena. La foto scattata da Paolo Forconi ritrae Amarena e i suoi cuccioli qualche anno fa nei pressi di Villalago

Stefano Fuccelli Presidente del Partito Animalista Europeo ha dichiarato che:

“Il modello abruzzese è considerato eccellenza nella capacità
di armonizzare i territori antropizzati con la biodiversità e gli
ecosistemi garantendo la tutela degli animali, principio
assicurato da garanzia costituzionale nella recente modifica
dell’art. 9. Modello di buone pratiche che auspichiamo possa
essere presto esportato su tutto il territorio nazionale e non
certamente scalfito dal recedente accadimento relativo
all’uccisione volontaria, ingiustificata e non necessaria
dell’orsa Amarena. Episodio stigmatizzato dalle massime cariche
istituzionali, a partire dal ministro dell’Ambiente Gilberto
Pichetto Fratin, il presidente della Regione Abruzzo Marco
Marsilio, il direttore del Parco nazionale d’Abruzzo Luciano
Sammarone ed il presidente della Commissione Affari
Costituzionali della Camera Nazario Pagano. E’ prevista la mobilitazione di centinaia di cittadini
provenienti da ogni parte d’Italia, oltre ogni più rosea
previsione, le nostre linee telefoniche sono congestionate.
Abbiamo invitato alla partecipazione le predette cariche
istituzionali, la presenza dello Stato rappresenterebbe un
segnale di grande civiltà e sensibilità”

Come specificato nella note del Presidente del partito Animalista Europeo sembrerebbe che la presenza prevista per questo evento sia piuttosto importante, e molte persone sono disposte a raggiungere il piccolo paese di San Benedetto da tutta Italia.

ORSA AMARENA UCCISA A COLPI DI FUCILE

L’animale è stato ucciso nella notte tra il 31 agosto e il 1 di settembre da un cinquantaseienne del posto, che ha esploso un colpo di fucile dichiarando di essere rimasto spaventato dalla presenza dell’animale nella sua tenuta.

La paura, secondo quanto dichiarato dal diretto interessato, lo avrebbe portato ad esplodere un colpo di fucile fatale per l’Orsa più amata d’Italia.

L’animale agonizzante si era anche rialzato in piedi, tra mille sofferenze, per poi accasciarsi al suolo e non rialzarsi più davanti agli occhi dei suoi piccoli.

TENTATIVI DI CATTURA DEGLI ORSETTI

Le forze dell’ordine insieme ai Carabinieri Forestali stanno lavorando ai tentativi di cattura dei piccoli, che al momento risultano dispersi anche se nella giornata di ieri sono stato individuati a pochi passi da dove si era verificato il tragico evento.

Droni, elicotteri e centinaia di uomini impiegati nelle ricerche dei due cuccioli, tra la presenza di curiosi che stanno mettendo non pochi bastoni tra le ruote ai soccorritori.

Come specificato dai massimi dirigenti del Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise è assolutamente necessario che i piccoli non vengano ulteriormente spaventati, perchè se si separassero l’uno dall’altro allora le operazioni diventerebbero ancora più complesse.

Domenica 10 settembre a San Benedetto dei Marsi la manifestazione Nazionale in onore di Amarena. Ore 15:00.

 

Comments (No)

Leave a Reply