Rocca di Cambio, con le piste chiuse lo sci si fa in strada VIDEO

La neve è arrivata abbondante a Rocca di Cambio, dove al suolo sono caduti tra gli 80 e i 100 cm di neve fresca e le piste chiuse non fermano gli sciatori che danno libero sfogo alla loro creatività.

E’ successo questa mattina, tra una fase di pausa al maltempo e l’altra, che i maestri di sci locali si sono messi in gioco scendendo tra i vicoli del paese innevato.

Immagini di altri tempi che sicuramente non si vedevano da molti anni a questa parte, e che rendono meglio l’idea di quanta neve sia caduta in poche ore sull’Appennino centrale.

Rocca di Cambio era considerato, tra gli anni 50 e gli anni 70, una tra le località più nevose dell’Appennino, famoso soprattutto per le grandi nevicate che puntualmente si verificavano con le perturbazioni da ovest-nord Ovest.

I più anziani raccontano delle giornate in cui era necessario scavare dei cunicoli per il paese e per permettere alle persone di poter uscire di casa.

Poi una serie di annate non proprio favorevoli ai grandi inverni, in particolare gli anni 2010/2020 quasi interamente condizionati da tempo anticiclonico e qualche saltuaria ed isolata ondata di gelo dai Balcani.

Condizioni non proprio favorevoli alle grandi nevicate di Rocca di Cambio.

Nevicate che si sono puntualmente fatte grandi, senza che vi siano state condizioni di maltempo eccezionali ma soltanto delle entrate da parte delle perturbazioni da Nord Ovest.

Proprio per questo oggi è possibile sciare in paese e godersi quella neve fresca che soltanto il borgo più alto dell’Appennino può garantire.

Rocca di Cambio si scia tra i vicoli del paese

Rocca di Cambio si scia tra i vicoli del paese