Al Rifugio Giuseppe Garibaldi, sommerso dalla neve, con gli sci da alpinismo (VIDEO)

Il Rifugio Giuseppe Garibaldi del Gran Sasso d’Italia è considerato il rifugio alpino più antico d’Italia. Ci troviamo a quota 2231 metri sopra il livello del mare dell’Appennino abruzzese, nella località di Campo Pericoli e nel territorio teramano di Pietracamela.

RIGUGIO GARIBALDI DEL GRAN SASSO D’ITALIA SOMMERSO DALLA NEVE, RAGGIUNTO CON GLI SCI DA ALPINISMO

Rifugio Giuseppe Garibaldi raggiunto con gli sci da alpinismo

Il Rifugio Giuseppe Garibaldi, il rifugio alpino più antico in Italia raggiunto con gli sci da alpinismo da Quirino Vittori che ci invia questa foto simbolica con il suo cagnolino

Il rifugio in questo caso è stato raggiunto tramite vie escursionistiche e con gli sci di alpinismo, partendo da Campo Imperatore e salendo verso il Rifugio Duca degli Abruzzi.

Successivamente è stato effettuato un percorso per creste fino a raggiungere la Sella del Monte Aquila, per poi scendere da li verso l’antico rifugio.

TANTA NEVE NEI CANALONI, ECCO LA SITUAZIONE

La neve come è visibile anche dal video girato da Quirino Vittori risulta abbondante, dura e compatta in mattinata e trasformata nel corso delle ore centrali della giornata.

E’ importante ricordare che per effettuare questo genere di escursioni è strettamente necessario avere innanzitutto esperienza con gli sci da alpinismo, ma soprattutto essere preparati atleticamente e fisicamente per effettuare sforzi di questo genere.

Neanche a dirlo è assolutamente indispensabile controllare le previsioni del tempo e il bollettino meteomont.

NOTIZIE STORICHE INERENTI AL RIFUGIO

Il Garibaldi fu inaugurato il 16 settembre del 1886 e fu la prima struttura del genere ad essere realizzata in Italia. A costruirlo fu il Club Alpino Italiano di Roma, grazie ai contributi degli abitanti del Borgo di Camarda.

Nel 2016 il rifugio ha festeggiato i suoi 130 anni di storia, sebbene la costruzione del vicino Duca degli Abruzzi sul Monte Portella né causò il disuso. Nel 1924 fu affidato al Club Alpino Italiano sezione aquilana per poi passare nelle mani della famiglia Pilato di Assergi lo restaurò. Nel 1977 invece passò definitivamente nelle mani del Club Alpino Italiano Aquilano.

LA CAPIENZA DELLA STRUTTURA

La struttura è piuttosto ampia e possiede la possibilità di 12 posti letto, più 8 che sono disponibili in una dependance esterna. Raggiungerlo da Campo Imperatore in condizioni normali non è così difficile ed impegnativo, si impiega circa un’ora e le modalità possono essere o passando dalla Sella del Monte Aquila o dal Rifugio Duca degli Abruzzi.

Può essere poi raggiunto anche dai Prati di Tivo, ma con una tempistica che sfiora le tre ore di cammino.

Le vie in questo momento a partire da Campo Imperatore, sono tutte quante condizionate dalla presenza della neve e per questo motivo sono necessari ramponi e tutto il materiale necessario per affrontare delle uscite invernali.

Nei prossimi giorni, grazie all’arrivo di nuove perturbazioni, si verificheranno nuove ed ulteriori nevicate che contribuiranno ad aumentare un accumulo di neve al suolo già piuttosto importante.

Il Rifugio Giuseppe Garibaldi è una metà molto amata da tutti gli sci alpinisti, che molto frequentemente raggiungono la località. Certamente è importante consultare sempre le condizioni meteorologiche e il bollettino Meteomont prima di effettuare questo genere di escursioni.

Comments (No)

Leave a Reply