La prima neve di ottobre sul Gran Sasso d’Italia, nelle prossime ore rialzo termico e tempeste di vento (FOTO)

La prima neve di ottobre Gran Sasso d’Italia è arrivata, in seguito ad una intensa fase di maltempo che ha causato un repentino abbassamento delle temperature.

PRIMA NEVE DI OTTOBRE SUL GRAN SASSO D’ITALIA, NELLE PROSSIME ORE FORTE RIALZO TERMICO PRIMA DELLA TEMPESTA DI VENTO

L’autunno sembrerebbe volere fare sul serio e tentare di entrare a gamba tesa sulla nostra Penisola, con la prima neve di ottobre che finalmente è giunta ad imbiancare il Gran Sasso d’Italia e il Rifugio Franchetti del Gran Sasso d’Italia.

Condizioni di spiccato maltempo, che nella giornata di lunedì scorso hanno causato la comparsa dei primi fiocchi e delle prime nevicate a partire da quota 2400 metri. Nel web è presente anche un video che evidenzia delle precipitazioni nevose in atto al Rifugio Franchetti gestito da Luca Mazzoleni.

Prima neve di ottobre sul Gran Sasso d'Italia

Prima neve di Ottobre sul Gran Sasso d’Italia, le immagini sono state condivise per prime sulla pagina dell’ostello di Campo Imperatore. Le immagini sono state scattate dall’alpinista Manfred. FOTO OSTELLO CAMPO IMPERATORE 

FOTO OSTELLO CAMPO IMPERATORE 

La foto ritrae quota 2012 metri sul livello del mare, e siamo proprio sulla Vetta occidentale del Gran Sasso d’Italia dove l’alpinista Manfred la mattinata dopo il passaggio del maltempo si è recato trovandosi d’innanzi questa situazione.

Qualche centimetro di neve fresca, giusto una spolverata, ad indicare che l’autunno sta arrivando, sebbene le temperature non sono eccessivamente fredde per il periodo, ma al contrario nelle medie stagionali.

L’evoluzione per le prossime ore vede un netto aumento delle temperature, in seguito all’affondo di una saccatura di aria fredda nell’oceano Atlantico e che causerà la contro risposta di aria umida e calda capace di far piombare la nostra Penisola sotto correnti calde e africane.

Nel complesso non si tratterà di giornate stabili e soleggiate, perchè tale dinamica favorirà lo sviluppo di forti correnti di scirocco che saranno capaci di causare almeno fino alla giornata di venerdì dei venti di tempesta sui nostri crinali.

Le temperature inizieranno a calare solamente a partire dalla giornata di venerdì, quando un fronte perturbato anche molto esteso potrebbe interessare tutte le nostre regioni da nord a sud.

Le precipitazioni potranno risultare anche intense, specialmente sui settori del versante tirrenico dove non si escludono dei fenomeni che a tratti potrebbero risultare anche violenti.

Nel complesso non sarà un fine settimana bello, inteso meteorologicamente parlando, ma sarà condizionato da piogge e temporali ed un modesto calo delle temperature che si concretizzerà nella giornata di domenica.

Anche in questo caso e proprio con la coda della perturbazione, potrebbero tornare ancora una volta a verificarsi delle precipitazioni nevose ad alta quota. Parliamo tra i 2700/2900 metri prevalentemente.

Come si può immaginare non si tratta di una situazione invernale, ma dell’autunno che finalmente ha cominciato a mostrare la sua vera identità e che lo farà sempre più con una serie di perturbazioni atlantiche che causeranno abbondanti piogge e nubifragi sulla nostra Penisola.

In queste occasioni non è escluso che, dopo la prima neve di ottobre sul Gran Sasso d’Italia la dama bianca possa presentarsi ancora nell’immediato e prossimo futuro. Seguiranno aggiornamenti meteo in tal senso.

Comments (No)

Leave a Reply