News

Una veloce e fugace irruzione di aria fredda che come abbiamo descritto ampiamente nei giorni scorsi non durerà a lungo sulla nostra Penisola, sta però causando un forte e repentino calo delle temperature che da alcuni gradi sopra le medie del periodo, si sono portate al disotto.

Quello di domani mattina dovrebbe risultare il risveglio in assoluto più freddo degli ultimi giorni dell’anno per il nostro Appennino, che già in questo momento sta sperimentando delle temperature nettamente al disotto degli zero gradi.

Pensate che al Rifugio Fioretti (Abruzzo), 1503 metri sopra il livello del mare, in questo momento si registra una temperatura minima di -7°C. Sul Monte Genzana 1980 metri siamo a -10.7°C, mentre a Capracotta in questo momento ci sono -7.3°C.

gelido

In allegato potete osservare una -7/8°C presente alla quota isobarica di 850 hpa, 1440 metri di quota più o meno, dalle Marche meridionali fin sulla Calabria Ionica.

Sarà pertanto possibile, domani mattina, registrare delle temperature ampiamente al disotto dei -10°C sui rilievi più alti dell’Appennino ma anche gelate diffuse fino alle località costiere dell’adriatico.

Insomma, una nottata piuttosto gelida dalle caratteristiche invernali. Da domani le temperature torneranno a salire, con l’aria fredda che pian piano ci abbandonerà anche se di notte continuerà a fare piuttosto fresco.

Related Posts