In 20 mila a sciare a Roccaraso nel week-end. Soccorse sette persone in pista

Sciare a Roccaraso, 20 mila sciatori nel fine settimana hanno popolato le piste dell’Alto Sangro. Il grande numero di turisti è stato favorito anche grazie alle condizioni meteo più invernali che hanno condizionato il tempo nel fine settimana.

SICARE A ROCCARASO, 20 MILA PERSONE IN PISTA NEL FINE SETTIMANA. SONO STATI SETTE GLI INTERVENTI DI SOCCORSO

Il comprensorio dell’Alto Sangro è stato davvero molto frequentato nel corso del week-end. Sono state 20 mila le presenze in pista, favorite anche dalle condizioni del tempo che hanno visto tornare protagonista delle condizioni simili invernali.

Nei giorni scorsi, infatti, come documentato anche dalle nostre webcam, delle deboli nevicate hanno restituito un paesaggio degno della stagione fredda a Roccaraso. Un inverno fino ad oggi molto scialbo, il peggiore degli ultimi decenni con probabilità, ma che in ogni caso non ha impedito alla stazione di continuare a lavorare anche se solo facendo affidamento all’innevamento programmato.

E’ stata proprio la neve tecnica a salvare la stagione e a consentire agli operatori di tenere aperto parte del comprensorio anche in condizioni simili al periodo tardo primaverile.

Sciare a Roccaraso, ecco le immagini in diretta dalle piste

Sciare a Roccaraso, ecco le immagini in diretta dalle piste

Ieri sera invece una intensa perturbazione ha riportato qualche centimetro di neve fresca sulle nostre montagne, in particolare tra i 1600/1800 metri dove a seconda delle zone si toccano anche i 20/30 centimetri di accumulo. Una giornata quella odierna che continuerà a mantenersi instabile, con la possibilità che potranno verificarsi anche delle nuove ed ulteriori nevicate a partire dai 1400 metri di quota.

QUALI SONO STATI GLI IMPIANTI APERTI NEL WEEK – END?

Sono stati 13 gli impianti aperti così suddivisi: 6 all’Aremogna, 6 a Monte Pratello, e solamente 1 a Monte Pratello dove la pista è stata praticabile solamente per gli iscritti al Campo Scuola. hanno inoltre fatto sapere le forze dell’ordine che non ci sono state delle sanzioni, mentre sono state soccorse in pista ben 7 persone.

Lo skipass è sempre a prezzo pieno.

Proprio oggi sono usciti i dati inerenti all’inverno appena trascorso sull’Abruzzo, e il CETEMPS ha fatto sapere che le temperature sono risultate ben 4°C superiori alle medie del periodo 1991 -2010, con una assenza complessiva di precipitazioni rispetto alla media di oltre il 50%.

Il mese di marzo fortunatamente sembrerebbe essere iniziato in un  modo lievemente differente rispetto a quelli di gennaio e febbraio, che hanno visto prevalere l’alta pressione dall’inizio alla fine. Nei prossimi giorni infatti il trend dovrebbe mantenersi perturbato, con la possibilità di nuovi peggioramenti anche di carattere invernale e il ritorno della neve in montagna.

Non è previsto nulla di eclatante e non sono soprattutto previste delle nevicate eccessivamente intense in Appennino. Vedremo se nel corso dei prossimi giorni, la tendenza ad un periodo più movimentato e freddo verrà confermato oppure no.

Al momento sembra che marzo sembrerebbe volersi comportare da tale, senza eccessi sia in un senso che nell’altro.

E con la nuova neve già migliaia di persone si preparano per andare a sciare a Roccaraso nel prossimo fine settimana. E chissà che la neve non possa venirci a trovare nuovamente.

Comments (No)

Leave a Reply