Orso Marsicano nel comune di Ovindoli, ecco l’ordinanza per la gestione dei plantigradi confidenti

Orso Marsicano, da qualche periodo nel Parco Regionale del Sirente Velino in più circostanze viene segnalata la presenza di un esemplare di Orso Bruno. Nell’ultimo periodo le apparizioni sono state sempre più frequenti, tanto che il Comune di Ovindoli ha emesso un’ordinanza sui comportamenti da tenere in caso di incontro con il plantigrado.

ORSO MARSICANO, IL COMUNE DI OVINDOLI HA EMESSO UN’ORDINANZA SUI COMPORTAMENTI DA TENERE IN CASO DI AVVISTAMENTO O INCONTRO FORTUITO

Da quanto specificato all’interno dell’ordinanza emessa proprio oggi, in data 5 agosto, sarebbe data per assodata la presenza di un orso bruno nel territorio di Ovindoli.

Ricordiamo che l’area di competenza del Comune è piuttosto vasta e comprende anche le frazioni circostanti e non solamente il borgo di Ovindoli.

Nei mesi scorsi in diverse occasioni un plantigrado, che con molta probabilità è sempre il medesimo è stato avvistato avvicendarsi nel territorio di Secinaro a risalire fin verso il borgo di Rovere, Piani di Pezza, e poi successivamente ad Ovindoli.

Il primo avvistamento ufficiale sarebbe avvenuto nel mese di giugno, quando un plantigrado avrebbe manifestato la sua presenza nei dintorni del Comune di Rocca di Mezzo, in particolare nell’area che si affaccia tra l’antico borgo e il territorio del Sirente.

Negli ultimi anni le apparizioni dell’orso sono divenute sempre più frequenti nei borghi di montagna, secondo alcuni il fatto sarebbe determinato dal momento che in alta montagna i plantigradi troverebbero scarsa quantità di cibo.

Avvicinarsi nei paesi di montagna per i plantigradi, significa riuscirsi a nutrire facilmente di cibo, soprattutto rovistando nei cassonetti circostanti o assaltando pollai e gregge di pecore.

SCARICA QUI Orso-marsicano-ordinanza

Orso Marsicano a Ovindoli, ecco l'ordinanza del Comune

Orso Marsicano a Ovindoli, ecco l’ordinanza del Comune per la tutela dell’orso confidente. Foto di archivio Pietro Santucci

Diversi zoologi nei giorni scorsi si sono sbilanciati su quanto sta accadendo in Abruzzo nella gestione dell’Orso Marsicano, con misure preventive che in diversi comuni sono state giudicate inadeguate per la convivenza con il plantigrado.

In più circostanze è stato spiegato che lasciare del cibo scoperto, specialmente nelle zone frequentate dall’Orso può significare richiamarlo con una certa frequenza anche all’interno dei borghi abitati.

Altra cattiva abitudine che ha contribuito a condizionare gli esemplari, è stata quella da parte di alcuni abitanti delle zone interessate di lasciare appositamente del cibo scoperto per incontrare il plantigrado ed immortalarne la sua presenza.

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, così come altri entri, hanno spiegato in più occasioni che si tratta di comportamenti che devono assolutamente essere vietati e sanzionati.

Il Comune di Ovindoli al momento, basandosi sulle segnalazioni dei cittadini e sul fatto che l’ Orso Marsicano in queste aree è di passaggio ha giustamente deciso di giocare d’anticipo emanando un’ordinanza che presenta anche i comportamenti da tenere da parte dei cittadini per la loro tutela e quella dell’animale.

Comments (No)

Leave a Reply