News
Orso in galleria tra Arquata del Tronto e Norcia

Orso in galleria diventa virale

Incontrare un orso in galleria è un evento più unico che raro, ma è ciò che è successo qualche giorno fa nella galleria di Forca Canapine, al confine tra Arquata del Tronto e Norcia.

Orso in galleria tra Arquata del Tronto e Norcia

Il VIDEO è stato pubblicato da un utente sul gruppo Facebook ‘Amanti dei Monti Sibillini Marche’ ed è subito diventato virale, spopolando sui vari social.

Nelle immagini si vede un orso in galleria verso l’uscita di Forca Canapine, che si trova tra Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e Norcia (Perugia).

Nel video, l’ orso in galleria (‘scortato’ da un’auto con il chiaro tentativo di accompagnarlo fuori dalla galleria) è apparso affaticato e un po’ impaurito, addirittura ad un certo punto si ferma e si volta verso il veicolo che lo segue, per poi riprendere la sua corsa in direzione del territorio umbro.

L’autore del filmato di Arquata del Tronto racconta di aver ricevuto le immagini e di averle caricate, per cui non si esclude che siano state girate da un addetto ai lavori autorizzato ad entrare nel cantiere.

Orso in galleria: non è la prima volta

Orso in galleria non è una novità. Proprio negli ultimi giorni è stata accertata la presenza di almeno un orso nel territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

I Carabinieri Forestali avevano segnalato danni ad apiari tra il 5 e il 10 maggio nei Comuni di Montegallo, Montefortino e Fiastra. A seguito di queste segnalazioni, i sopralluoghi effettuati dai tecnici del Parco hanno accertato che i danni sono stati effettivamente arrecati da un orso, specie presente nell’Appennino Centrale con la sottospecie orso bruno marsicano.

Sono stati ritrovati peli e altri campioni biologici da cui sarà possibile effettuare, tramite l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, analisi genetiche che consentiranno di identificare l’animale determinandone anche il sesso.

Il Parco si è subito attivato nei confronti degli apicoltori danneggiati e sta avviando attività di monitoraggio finalizzate soprattutto a seguire gli spostamenti di questi animali.

“È importante evitare qualsiasi forma di allarmismo – sottolinea il presidente dell’ente, Andrea Spaterna. L’orso è un animale non pericoloso per l’uomo, anzi rappresenta una ulteriore conferma della straordinaria biodiversità dell’ecosistema dei Sibillini”.

Va comunque ricordato che, in caso di incontro, come per tutte le altre specie di animali selvatici, è necessario adottare comportamenti tali da non disturbarlo o innervosirlo.

Anche Michele Franchi, sindaco di Arquata del Tronto, piccolo Comune in provincia di Ascoli Piceno, dice che “l’orso scendeva da Forca di Canepina ed è entrato in galleria. In un anno si tratta di terzo o quarto avvistamento in zona, l’orso – o la coppia di orsi non sappiamo bene – va a caccia di arnie e miele e sta facendo parecchi danni”.

Related Posts