Nevicherà a Roma nei prossimi giorni? La Capitale attende la dama

Nevicherà a Roma domani?

Nevicherà a Roma nel corso dei prossimi giorni? Questa è la fatidica domanda che i romani si pongono ogni qualvolta che un’irruzione d’aria fredda interessa la nostra Penisola.

Una profonda circolazione ciclonica sta per investire il Sud e parte del Centro, con pesanti criticità nel corso delle prossime 24-36 ore: sono attese, infatti, piogge abbondanti, neve copiosa in Appennino, fino a quote molto basse su quello centrale e venti con raffiche di tempesta.

Si profila dunque un fine settimana molto freddo, con temperature in alcuni casi sensibilmente inferiori alla norma e con il rischio di gelate al Nord, nelle aree interne del Centro e della Sardegna.

Precipitazioni sparse, nevose fino a quote di 100-300 metri su Romagna, Marche, Abruzzo, oltre 400-600 metri su Molise, Puglia garganica e Irpinia. Piogge o rovesci su Campania, Basilicata occidentale e Calabria tirrenica, con neve sui vicini rilievi oltre 600-900 metri.

Nevicherà a Roma nel fine settimana?

Nevicherà a Roma tra oggi e domani? È bene cominciare a stabilire che la massa d’aria in arrivo sull’Italia avrà una componente artico-marittima, per cui non propriamente adatta al ritorno della ‘dama bianca’ sulla Capitale.

Inoltre, l’assenza di termiche consistenti non sembrano poter favorire fioccate di rilievo su Roma e dintorni. C’è da dire, però, che nel 2014 non bastò una temperatura di -11°C ad 850 hPa per portare la neve sulla Città eterna.

Roma, con ogni probabilità, assisterà a fenomeni di grandine e/o graupel, mentre potrebbe esserci il rischio di rovesci nevosi a quote basse (circa 300 metri) in particolar modo sui Castelli romani, nel basso viterbese e in Sabina.

Nevicherà a Roma tra sabato e domenica? Poche le possibilità. Foto di Emanuele Valeri

Una delle migliori occasioni potrebbe esserci domani sera, quando l’ulteriore approfondimento del vortice depressionario presente su Ponza favorirà precipitazioni localmente intense e quindi il rovesciamento dell’aria fredda presente attualmente in quota.

L’instabilità insisterà probabilmente, pur indebolendosi, per diversi giorni anche nel corso della prossima settimana mantenendo condizioni dinamiche di variabilità e rimescolando una massa d’aria sempre dalle caratteristiche invernali.

Comments (No)

Leave a Reply