Nevicata fiabesca sulla Sila Grande

Nevicata fiabesca a Croce di Magara, sulla Sila Grande.

La frazione o località di Croce di Magara sorge a 1375 metri sul livello del mare, essa dista 15,79 km dal medesimo comune di Spezzano della Sila di cui essa fa parte e dista 3,8 km dalla frazione di Camigliatello Silano. La frazione di Croce di Magara ospita la Riserva naturale “I Giganti della Sila”, nota anche come Riserva naturale del Fallistro dal nome della località in cui si trova.

Sila Grande foto di Pasquale Costabile

Perché Sila Grande?
La Sila sorge nel mezzo di una lingua di terra lunga e stretta al centro del Mediterraneo. Il Parco Nazionale della Sila è situato nel più grande altopiano d’Europa, in un’area di rilevante interesse naturalistico, ambientale e storico-culturale, costituito da Sila Grande, Sila Greca e Sila Piccola. Si estende nel territorio di 19 comuni di 3 province della Calabria (Cosenza, Catanzaro e Crotone), per complessivi 73.695 ettari.

Dei 19 Comuni che rientrano nel territorio dell’area protetta, 9 sono in Provincia di Cosenza (Acri, Aprigliano, Bocchigliero, Casali del Manco, Celico, Corigliano – Rossano, Longobucco, San Giovanni in Fiore, Spezzano della Sila), 6 in Provincia di Catanzaro (Albi, Magisano, Petronà, Sersale, Taverna, Zagarise) e 4 in Provincia di Crotone (Cotronei, Mesoraca, Petilia Policastro, Savelli).

Le sue caratteristiche geologiche, unitamente a quelle dovute alla sua posizione geografica, determinano una serie di paesaggi unici al mondo. La Sila infatti, coperta di alberi e non a caso soprannominata da sempre “Gran Bosco d’Italia”, è stata sfruttata per millenni (sin dai tempi della Magna Grecia) per il suo legname utilizzato poi nella costruzione di navi, case, chiese.