Neve Tecnica sarà ancora il futuro dello sci, anche con l’innalzamento delle temperature << turisti chiedono piste perfette a Natale e Pasqua>>>>

Neve Tecnica, questo è uno tra gli argomenti più dibattuti di quest’ultima stagione che ha visto delle temperature davvero eccezionali sul nostro territorio e in generale in Europa. In molti hanno giudicato l’impiego della neve artificiale come un mero spreco di energia.

LA NEVE TECNICA E’ ANCORA IL FUTURO E LO SARA’ PURE CON L’INNALZAMENTO DELLE TEMPERATURE. LE PAROLE DI PATRIZIA PIRCHER

L’inverno appena trascorso è stato, secondo i dati del Consiglio Nazionale delle Ricerche, il più caldo di sempre dall’inizio delle rilevazioni. In particolare in Italia le temperature nelle medie sono risultate oltre i +2°C al di sopra delle medie climatologiche di riferimento, ma ci sono state delle situazioni dove sono stati raggiunti anche i +4/5°C oltre le medie.

In molti si sono domandati e si stanno domandando sempre con più frequenza quale sarà e se ci sarà ancora un futuro per lo sci alpino. Secondo molti climatologi, come ad esempio Luca Mercalli, lo sport invernale più amato dagli italiani entro pochi anni sarà costretto a ridimensionarsi del tutto.

Neve Tecnica sarà ancora il futuro dei prossimi anni

Neve Tecnica sarà ancora il futuro dei prossimi anni

Non è invece dello stesso avviso Patrizia Pircher, responsabile Marketing della Techno Alpin, che ai microfoni del quotidiano online Alto Adige.it ha spiegato come il futuro dello sci sarà ancora legato alla neve artificiale.

La stessa rappresentante in questa intervista ha spiegato che il cambiamento climatico influisce certamente sui comprensori sciistici, ma allo stesso tempo non è il motivo principale che porta ad investire sull’innevamento programmato.

Continua la responsabile Techno Alpin, sostenendo che in passato i turisti si accontentavano magari anche di poca neve e lavorata male mentre oggi questo non è più possibile perchè il turista vuole piste preparate perfettamente sia per il Natale che per la Pasqua.

PRODUZIONE NEVE PROGRAMMATA AUMENTERA’ NEL CORSO DEI PROSSIMI ANNI

Alla domanda se sarà possibile ancora produrre neve anche con un aumento delle temperature sempre più preoccupante, è stato risposto che tecnicamente sarà possibile.

Ad esempio lo scorso anno mostrammo sulle piste dell’Appennino degli Snow Factory (fattorie della neve) progettate per produrre neve anche con temperature superiori allo zero anche di +10°C.

Tuttavia ha spiegato allo stesso tempo l’esperta, che la produzione della neve non potrà – soprattutto per i suoi costi energetici – sostituire la neve naturale ma verrà utilizzata per “integrare dei punti critici, per singoli tratti di piste o l’area nordica”.

In molti non hanno preso bene queste parole, tanto che ritengono si tratti di un salto nel buio che non porta da nessuna parte.

Infine ha spiegato sempre la responsabile della grande azienda Techno Alpin, che l’obiettivo nei prossimi anni sarà quello di aumentare l’efficienza di tutti gli impianti che ad oggi richiedono pochi giorni di freddo per potere innevare tutte le piste.

Neve tecnica o non questo sarà sicuramente un argomento molto dibattuto nei prossimi anni.

Vi invitiamo a leggere l’intervista completa su altoadige.it .

 

Comments (No)

Leave a Reply