Monte Velino, il Rifugio Capanna di Sevice ridotto in un porcile da alcuni escursionisti

Monte Velino, il Rifugio Capanna di Sevice sito nel territorio di Magliano de’ Marsi e posto a quota 2119 metri sopra il livello del mare, è stato ridotto a un porcile da alcuni escursionisti che hanno lasciato la loro immondizia brancolante per il rifugio.

MONTE VELINO, IL RIFUGIO CAPANNA DI SEVICE RIDOTTO A UN PORCILE DA ALCUNI ESCURSIONISTI

Gelo, neve e immondizia, così è stato ritrovato il rifugio Capanna di Sevice sul Monte Velino, dove alcuni escursionisti hanno evidentemente bivaccato, lasciando poi la struttura colma di immondizia.

Le buone regole di educazione, solitamente vedono tutte le persone che frequentano questi luoghi di altissima montagna riportare a valle le buste colme di sporcizia. In questo caso, ma anche in tantissimi altri non è stato così.

Il rifugio è stato ritrovato con la porta spalancata, la neve e il ghiaccio al suo interno. Una situazione descritta meticolosamente dalla pagina ufficiale del Rifugio, che su Facebook ha pubblicato il seguente comunicato:

Queste sono le condizioni in cui ieri è stato trovato il locale di emergenza del rifugio oltretutto con la porta aperta ed inevitabilmente neve e ghiaccio al suo interno , l’aiuto più grande lo si può avere solo da tutte le persone sensibili e veri amanti della montagna che ahimè imbattendosi in queste situazioni potranno sempre rimettere ordine , riportare a valle i rifiuti e magari vedendo qualcuno che non è troppo educato gli facciano notare che questo non è lo spirito giusto di andare in montagna

Monte Velino, Capanna Sevice avvolto dall'immondizia

Monte Velino, Capanna Sevice avvolto dall’immondizia. Il rifugio è stato ritrovato avvolto dall’immondizia

La medesima situazione si è verificata in tanti altri luoghi di alta quota, ad esempio non tanto tempo fa il bivacco Pelino della Majella era stato ritrovato più o meno nelle medesime condizioni.

Sono luoghi, questi, dove l’autogestione degli escursionisti è fondamentale ed è solitamente disciplinata dall’educazione personale.

Negli ultimi anni sono aumentate nettamente le presenze in alta quota, soprattutto dopo il periodo che ha visto il mondo intero essere condizionato dalla pandemia da Sars-Cov 2.

Anche il Soccorso Alpino e Speleologico, in più occasioni ha fatto presente che le numerose presenze in montagna sono spesso poco disciplinate dagli stessi escursionisti che si recano in alta quota senza un vestiario adatto e non rispettando le regole della montagna.

Questo comporta un netto incremento sotto il punto di vista degli incidenti, ma anche della scorrettezza di persone capaci di lasciare luoghi incontaminati come il Monte Velino, Rifugio Capanna di Sevice in queste pietose condizioni.

 

Comments (No)

Leave a Reply