“Meteo che scegli tempo che trovi”, il manuale perfetto per guarire dall’ignoranza meteo

E’ difficile stare al passo con i tempi e “remare” un pò controcorrente cercando di ristabilire le giuste gerarchie informative. Perché la meteorologia sta prendendo davvero una brutta piega e negli ultimi anni è divenuta quasi materia di “comicità” per alcune persone che credono di destreggiarsi nelle previsioni del tempo semplicemente battendo un click sul proprio smartphone: voilà, il gioco è fatto, ecco il tempo per tutto il mese!

Ma non funziona così e fortunatamente c’è chi prova a ripetizione a mettere le cose in chiaro, a spiegare nel dettaglio cos’è  e cosa non è la meteorologia, come funziona, come si studia, ma soprattutto come si applica. C’è tutto un mondo al di fuori delle app del nostro cellulare, c’è tutta una serie di studi, di approfondimenti che vanno svolti per garantire alla popolazione previsioni meteorologiche serie, affidabili e puntuali. Un piccolo logo su un piccolo schermo non risolve di certo tutti i problemi.

E così ecco “Meteo che scegli tempo che trovi”, un perfetto, funzionale, specifico e semplicissimo vademecum per destreggiarsi tra la folta ignoranza che da tempi sta dilangando nell’universo meteo; c’è davvero di tutto e le argomentazioni sono vaste e semplici da comprendere. E soprattutto viene spiegato in maniera fluida e lineare come evitare le app meteo, come tenersi ben lontano dai siti di “non meteo” per cimentarsi invece in informazioni dettagliate, preventive ed efficaci che molte organizzazioni ed enti offrono al pubblico intero. Un sentito complimenti va da noi all’autrice e nostra amica Serena Giacomin, che in questo bellissimo libro ha racchiuso tutto l’essenziale di questa affascinante scienza: la trasparenza, l’onestà e soprattutto lo studio e la disciplina!