News

Sono queste le notizie che non vorremmo mai e poi mai leggere. Perché chi ama la natura, la montagna e qualsiasi altra cosa che ne fa parte, non può restare impassibile dinanzi ad accadimenti di questa portata. Il lupo Claudio era un’animale innocente, uno dei tantissimi lupi che abitano il nostro meraviglioso Appennino. E’ stato ucciso dai bracconieri nelle Marche, sotto un ponte nel comune di Cessapalombo, in provincia di Macerata. Lupo Claudio ha sempre vissuto nel Parco Nazionale del Gran Sasso e nel Marzo del 2016 venne investito da una macchina; immediatamente, ad occuparsene, fu il Personale della Forestale che, dopo le cure del caso e tutte le analisi da protocollo, lo rimise in libertà, dotandolo di un collare con rilevatore di posizione per monitorarne gli spostamenti.

Da quel momento in poi il lupo Claudio iniziò a trasmettere notizie importantissime; venne appreso, grazie al rilevatore GPS, che subito si riunì al lupo Claudiobranco originale e che iniziò a frequentare una zona marginale dell’area protetta. Si era quindi riuscito a capire ogni suo spostamento, si era scoperto che che da qualche tempo aveva ababandonato la zona e il branco, era andato in dispersione verso le Marche ed era pertanto alla ricerca di un nuovo territorio in cui vivere, un nuovo territorio per la sua sopravvivenza. Aveva quindi attraversato tutto il territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, prima di essere brutalmente ucciso nel comune di Cessapalombo.

Come dichiarato anche dal presidente del Parco, Tommaso Navarra: “Si tratta di una violenza tanto grave quanto stupida, che colpisce a morte l’intelligenza e la bellezza della natura nonché la storia identitaria della nostra comunità. Gli autori del fatto – prosegue Navarradevono sapere che faremo di tutto per assicurarli alla giustizia. Il recente dibattito politico in merito all’approvazione di piani di gestione del lupo ha dimostrato, se ve ne era bisogno, di quanto poco si conosce il reale impatto della specie sulle attività umane e quanto, piuttosto, si attribuiscono al lupo danni che sono da attribuire a cani rinselvatichiti ed ibridi“.

Related Posts