Tra la Vetta del Corno Grande e il Calderone, le prime immagini estive

Dopo un inverno avaro in termini di neve e una seconda parte di primavera capricciosa, appena il tempo è tornato a migliorare gli escursionisti sono tornati in montagna e sulla vetta regina dell’Appennino.

Il nostro amico Valerio Amelia ci invia questi meravigliosi scatti, i primi della stagione estiva, dalla vetta del Corno Grande del Gran Sasso d’Italia, mostrandoci come il manto nevoso di qualche settimana fa si sia praticamente del tutto fuso.

Dalle stesse immagini scattate si intravede anche l’ex ghiacciaio del Calderone, che a dire il vero almeno superficialmente parlando sembrerebbe rispecchiare un po’ l’andamento degli anni precedenti. Un deficit del manto nevoso superficiale rispetto agli inizi degli anni 2000 e 2010, quest’anno condizionato anche dalla assenza di precipitazioni durante il periodo più freddo della stagione, che addirittura quelle poche volte non si sono rivelate nevose.

Naturalmente è vero che per stabilire le condizioni dell’ormai ex ghiacciaio, bisognerebbe effettuare delle valutazioni con una apposita strumentazione capace di vedere quel che c’è sotto i detriti, e mettere poi in pratica un paragone almeno decennale come è stato fatto qualche tempo fa da uno studio del CETEMPS e dalla Associazione Meteorologica Aquilana AQ Caput Frigoris.