News

Esattamente tre anni fa, dopo anni di chiusura e sotto la grande spinta del Parco Nazionale della Majella ripartiva la tratta Sulmona-Carpinone della Transiberiana d’Italia.

ans

Il 17 maggio del 2014, la Transiberiana d’Italia, è stata inserita nel progetto “Binari senza tempo” per garantirgli una valorizzazione in chiave turistica. Questo è stato fatto per tutte quelle tratte di ferrovie ormai dismesse ma che sono in possesso di un grande valore storico e naturalistico.

L’ente Parco è molto soddisfatto del grande successo che la Transiberiana ha suscitato nei turisti, e di essere riuscito a far si che venisse tutelata.

Franco Iezzi, Presidente del Parco ha detto: Sono  lieto del risultato. Ora sono particolarmente impegnato nell’acquisizione delle stazioni e dei caselli posti lungo il percorso, per attribuire loro specifici ruoli utili a mostrare caratteristiche e peculiarità dei borghi in cui il treno sosterà.

Le corse lungo la Transiberiana d’Italia hanno raggiunto fino ad oggi circa 30 mila passeggeri, per quella che è considerata una ricchezza turistica per il territorio e del Parco.

Related Posts