Lo straordinario incontro con Juan Carrito, FOTO

L’orsa Amarena negli ultimi due anni è divenuta l’orsa più famosa di tutto l’Appennino e forse conosciuta un pò in tutta Italia, questo grazie al parto di quattro cuccioli che portò a termine lo scorso anno.

L’evento ebbe una risonanza nazionale e non solo, fotografi da tutto il mondo vennero in Abruzzo per assistere e per portare a casa una foto di questa orsa con dietro a sé i suoi quattro cuccioli.

Orso Amarena

Orso Amarena e i suoi cuccioli a spasso per Villalago. Foto di repertorio di Gianpiero Cutolo

Ad oggi Amarena e i cuccioli si sono separati, ognuno per la propria strada.

Spesso capita tra i confini del Parco Regionale del Sirente Velino o del Parco Nazionale di Abruzzo di compiere qualche straordinario incontro, come quello che qualche giorno fa ha avuto Gianpiero Cutolo, il medico fotografo, che qualche settimana prima aveva incontrato Amarena che divorava un albero di ciliegie.

Questa volta Cutolo sempre sulle tracce di Amarena ha incontrato un altro Orso, sempre di primissima mattina, Juan Carrito.

Nella foto Juan Carrito figlio di Amarena immortalato dal Medico Fotografo Gianpiero Cutolo

Juan Carrito è il più piccolo tra quei cuccioli che ricordiamo immortalati tutti in fila dietro alla mamma, ed è anche quello più pestifero.

Nell’ultimo periodo Carrito si è fatto vedere e notare molto, sia con delle sortite all’interno dei borghi che per l’assalto a dei Pollai.

Cutolo invece lo ha incontrato la mattina presto e ci ha raccontato dell’incontro:

L’ho incontrato intorno alle ore 6 e 30 mentre ero sulle tracce di Amarena, ed è comparsa in lontananza la sagoma di un orso, ho aspettato si avvicinasse tranquillo. 

Non avendo al seguito forestali, carabinieri e guardaparchi ho cominciato a scattare convinto che fosse la madre,  ma già’ ai primi scatti si è girato verso di me.  Attimi stupendi per apprezzare un magnifico giovane maschio di orso marsicano e poi si è dileguato sulla montagna.