Incontro con la Vipera di Orsini, la meno pericolosa in Europa, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini (VIDEO)

Incontro con la vipera di Orsini nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, una specie rarissima. Si tratta della vipera meno pericolosa d’Europa.

L’INCONTRO CON LA VIPERA DI ORSINI NEL PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI

La vipera di Orsini è considerata la meno aggressiva e velenosa in Europa

La vipera di Orsini è considerata la meno aggressiva e velenosa in Europa. La foto dell’incontro di Giacomo Parodi

Si tratta di un incontro davvero eccezionale, quello che ha vissuto Giacomo Parodi esperto escursionista e assiduo frequentatore delle montagne d’Abruzzo e del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Una volta giunto sulla vetta della montagna si è imbattuto nella Vipera dell’Orsini, qui di seguito ecco il video:

NON SCHIACCIARLA, E’ LA VIPERA PIU’ INNOCUA CHE ESISTE E IN VIA DI ESTINZIONE

Questo esemplare di vipera è considerata come la meno pericolosa in Europa, quasi totalmente innocua per l’essere umano, dal carattere “docile” quindi poco aggressiva.

Questo serpente è facilmente riconoscibile, se non altro perchè ha una testa stretta, fortemente triangolare nella apside, e per la caratteristica colorazione del dorso costituita da una striscia zigzagante marrone scuro bordata di nero.

E’ una tra le specie di serpente più minacciate in Europa, infatti tutti gli anni assistiamo a rinvenimenti di questo animale morto e schiacciato tra le rocce.

Il Parco Nazionale della Majella da qualche anno ha avviato una campagna contro l’uccisione volontaria dei rettili, questo perchè esiste una falsa credenza su molti di questi animali descritti spesso in modo antiscientifico.

LE SUE DIMENSIONI

Questo serpente solitamente non supera i 50 centimetri di lunghezza, vive sulle vaste praterie delle nostre montagne ma in particolare nelle alte quote del Gran Sasso dei Monti Sibillini, del Parco Regionale del Sirente Velino e nei confini del Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise e della Majella.

La Vipera dell’Orsini é classificata dall’I.U.C.N. (International Union for Conservation of Nature) come “endangered”, esattamente come il Panda Gigante, il Gorilla di Montagna e la Tigre siberiana.

Nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga vivono il maggior numero di specie. Si differenzia dalla Vipera Aspis perchè è più piccola, e solitamente vive in alta quota.

Ricordiamo che la Aspis è invece possibile trovarla nei boschi o nelle aree limitrofe boschive di bassa quota.

A minacciare la loro esistenza sono soprattutto le presenze dei numerosi pascoli di montagna, che solitamente alterano il loro habitat naturale e distrugge le sue uova.

Tra gli obiettivi che si è posta la comunità scientifica, c’è certamente quella di far comprendere alle persone la differenza tra le vipere pericolose e l’ incontro con la vipera di Orsini totalmente innocua per l’essere umano.

Comments (No)

Leave a Reply