Incontro tra lupo e uomo

Incontro tra lupo e uomo.
Un nuovo episodio di lupi che mostrano comportamenti di abituazione e confidenza verso l’uomo.

Lupo

L’incontro tra lupo e uomo in Basilicata. Video tratto dalla pagina Facebook Canis Lupus Italicus

In questo caso siamo in Basilicata, vicino Potenza, e a mostrare atteggiamenti problematici sono due lupi giovani dell’anno (nati in Maggio).

Per vedere il video clicca QUI

Purtroppo, come più volte ribadito da questa pagina e da vari esperti, questi comportamenti, del tutto anomali per lupi che vivono allo stato selvatico, sono provocati da errati comportamenti umani.
Fornire cibo agli animali selvatici, lasciare a disposizione scarti alimentari o altre fonti di cibo (mangime per cani e gatti), cercare di avvicinare questi animali attirandoli con cibo, può provocare lo sviluppo in questi di comportamenti di abituazione e confidenza verso l’uomo, che viene associato a fonti di cibo di facile accesso.

Inutile ribadire che questo fenomeno mette in pericolo in primis la sopravvivenza degli animali stessi, e può inoltre portare a incidenti con le persone che, oltre a procurare potenzialmente danno a queste,  andrebbero a influenzare la visione del lupo da parte dell’opinione pubblica, e a minare la stessa accettazione sociale della specie che faticosamente gli addetti ai lavori cercano di costruire quotidianamente.

In questo caso, registriamo (abbiamo anche il video che non divulghiamo per ovvi motivi) anche un grave episodio, in cui un giovane lupo, rimasto intrappolato in un condominio, è stato catturato con una corda al collo e trattenuto per diversi minuti dalle forze dell’ordine, prima di riuscire a sfilarsi dal cappio e fuggire.
Ribadiamo qui la necessità di coinvolgere in questi casi le autorità competenti (Ministero della Transizione Ecologica, Ispra e Regione competente), in quanto la gestione di un individuo appartenente a specie di fauna selvatica (per di più strettamente protetta e per la quale è vietata la cattura e la manipolazione senza specifiche autorizzazioni) compete a tali enti.
Né il Comune, né le forze dell’ordine possono intervenire, se si esclude una condizione di grave e imminente pericolo per la cittadinanza (condizione che a quanto ci risulta non era presente in questo caso).

La coesistenza con il lupo si costruisce a partire dal rispetto di semplici e basilari buone pratiche di comportamento, e dal rispetto delle leggi. Che siamo invitati tutti a rispettare: cittadini, enti e istituzioni.

Fonte: Canis Lupus Italicus