Da ieri impianti possono tornare in funzione in Italia, festa per la montagna

La montagna finalmente torna a festeggiare la possibilità di rimettere in funzione gli impianti di risalita, praticamente chiusi da più di un anno a causa dell’emergenza da SARS-COV2 che ha penalizzato diverse attività e su tutte quelle del mondo montano e dello sci.

Nel corso della stagione invernale uno tra i settori più colpiti dalla crisi e dalle regole imposte dal governo per la prevenzione del contagio da SARS-COV2 è stata proprio la montagna, che ha visto poter aprire gli impianti soltanto agli atleti di interesse nazionale.

Con il ritorno del Paese in zona gialla complice un RT che finalmente è costante sotto quota uno, possono tornare a funzionare gli impianti.

In alcune aree delle dolomiti addirittura si torna a sciare complice anche una grandissima stagione invernale, che ha regalato abbondantissime nevicate un po’ in tutta la nostra Penisola.

In poche parole quello appena trascorso aveva tutte le caratteristiche per divenire uno degli inverni più memorabili degli ultimi decenni.

Anche in Appennino presto torneranno in funzione gli impianti di risalita, anche in vista della stagione estiva e della ripresa del turismo.

Roccaraso ad esempio tramite il suo profilo Facebook ufficiale ha annunciato come da giugno gli impianti di risalita dell’Alto Sangro, cominceranno ad aprire e gradualmente tutta la macchina sarà operativa nella stagione estiva.

Si potrà tornare ad esempio a pranzare in baita, o comunque ad usufruire degli impianti per arrivare in quota a passeggiare.