News
Il serpente bocca di cotone è un formidabile nuotatore

Serpente bocca di cotone, mocassino acquatico

Il serpente bocca di cotone, o Mocassino Acquatico (Agkistrodon piscivorus), è una specie di vipera velenosa particolarmente diffusa negli Stati Uniti.

Il serpente bocca di cotone è un formidabile nuotatore

Da adulti raggiungono, in media, una lunghezza totale che varia dai 65 ai 90 cm, le femmine sono più piccole dei maschi, l’esemplare più lungo mai avvistato misurava ben 186 centimetri Il peso medio oscilla tra i 220 e i 580 grammi.

Gli adulti sono molto scuri e hanno un colore uniforme, mentre i giovani sono venati con un disegno caratteristico della loro specie a fasce diagonali rosso-brune.

Si tratta di una razza semi-acquatica, lo si trova nelle vicinanze di ruscelli, paludi, stagni e di laghi, ma lo si può avvistare anche sulla terra ferma ben distante dalle sue amate acque dolci.

Sono degli abili nuotatori, alcuni di essi sono stati avvistati anche in mare aperto.

Il Bocca di cotone è ovoviviparo

Il serpente bocca di cotone è ovoviviparo, ciò significa che i cuccioli si sviluppano nel corpo della madre e vengono alla luce già formati. La femmina si può riprodurre a distanza di 2 anni dando alla luce 5-15 piccoli alla volta.

Il bocca di cotone è l’unica vipera semi acquatica del mondo. Questo rettile si trova di solito nell’acqua dolce o vicino all’acqua, in particolare in ruscelli, paludi e rive di stagni e di laghi.

È possibile vederlo anche nei fiumi, nei canali di irrigazione, nei campi di riso e in piccoli torrenti.

Il serpente non si limita però agli habitat acquatici. Alcuni esemplari di grandi dimensioni sono stati trovati a più di un chilometro e mezzo dall’acqua.

In varie località, la specie è ben adattata in ambienti meno umidi, come boschi di Serenoa repens, pinete, praterie, spiagge e zone ripariali.

Questa specie è opportunista e cerca di alimentarsi di qualsiasi cosa disponga. Il bocca di cotone preferisce nutrirsi di pesci e anfibi, in particolare rane.

Tuttavia la sua dieta comprende anche mammiferi, uccelli, piccole tartarughe e piccoli alligatori. È ofiofago, si nutre cioè anche di altri serpenti, compresi quelli della sua stessa specie.

È inoltre uno dei pochissimi serpenti che, talvolta e se spinto dalla necessità, si nutre di carogne.

Foto di Rob Tiffin

Related Posts