Il meraviglioso borgo di Cappadocia

Cappadocia è un meraviglioso borgo della Marsica, situato a circa 1000 metri di altitudine, e viene considerato come la porta di ingresso al Parco Naturale dei Monti Simbruini.

Storicamente parlando non si conoscono nel dettaglio le origini di Cappadocia, ma le prime notizie risalgono al XII secolo e da quel momento in poi il borgo viene conteso dalle famiglie degli Orsini, dei Tagliacozzo e dei Colonna.

Le due Frazioni di Petrella e Verrecchie avranno la stessa sorte.

Il 12 ottobre 1899 il Borgo viene riscattato in maniera definitiva, come proprietà comunale.

Il meraviglioso borgo è immerso nella natura, tra boschi di faggio e castagno. Il borgo è molto conosciuto grazie, anche, alla presenza di numerose grotte, in particolare la grotta di beatrice Cenci e di Cola.

Beatrice Cenci è una nobile Romana che venne giustiziata nel 1599 per parricidio e successivamente fu riconosciuta come eroina popolare.

Non molto lontano dalle grotte è presente l’Ovidio di Verrecchie, una meravigliosa cavità verticale di oltre tremila metri all’interno del quale scorre un enorme torrente.

Nel periodo delle grandi pioggie e della fusione del manto nevoso è adornato da una bellissima cascata.

Gli alimenti più pregiati e tipici del borgo, sono formaggi e carni ovine . Tra i primi piatti figurano le zuppe di legumi, le segne abruzzesi e gli spaghetti alla chitarra.

La panutella è invece un piatto tipico, che è come una pizza che viene però chiamata in questo modo perchè in passato, in seguito alla cottura si ungeva con i grassi di cottura della carne.

Di particolare bellezza, consigliabile da visitare, il Parco Naturale dei Monti Simbruini immerso nel verde e nella natura.

Minolta DSC

Minolta DSC