Gran Sasso, Marsilio: ” Campo Imperatore nel Parco è un errore. Impianti a Ovindoli necessari”

Gran Sasso, torna a prendere banco la vicenda che vede una assidua e costante battaglia per la costruzione di nuovi impianti nell’area di Campo Imperatore.

GRAN SASSO, IL PRESIDENTE DELLA REGIONE ABRUZZO, MARSILIO, AI MICROFONI DEL MESSAGGERO HA SPIEGATO COME SIA STATO UN ERRORE INSERIRE CAMPO IMPERATORE NEI VINCOLI DEL PARCO

E’ uscita una lunga intervista al Presidente della Regione Abruzzo, Marsilio, che ha toccato diverse tematiche. La prima è quella che vede l’Abruzzo sognare in grande, tanto che è stata fatta la richiesta per ospitare i mondiali di ciclismo su strada nel 2029.

Un sogno di difficile realizzazione, ma non impossibile che potrebbe far sognare in grande l’intera regione.

Altro argomento che ha tenuto banco, è stato quello che vede e ha visto in più occasioni la giunta Marsilio criticata dagli ambientalisti. E proprio su questo punto, il Presidente è intervenuto a gamba tesa specificando come gli impianti di Ovindoli fossero assolutamente necessari e come la vipera dell’Orsini fossero soltanto dei pretesti per stoppare i lavori.

Gran Sasso, Marsilio "Riperimetrare i confini del Parco Nazionale del Gran Sasso "

Gran Sasso, Marsilio “Riperimetrare i confini del Parco Nazionale del Gran Sasso ” FOTO EMANUELE VALERI

D’altro canto sulla Monte Magnola, nel luogo dove si stanno svolgendo i lavori, non c’è neppure bisogno di effettuare dei lavori di taglio dei boschi, perchè tutta l’area risulta esente.

La tematica di Campo Imperatore è stata assolutamente centrale in questa intervista, tanto che il Presidente della Regione Abruzzo, ha specificato che includere l’area degli impianti, dell’Ostello e della Funivia del Gran Sasso d’Italia nei vincoli del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, è stato un gravissimo errore che non permette la corretta gestione delle infrastrutture.

L’unica soluzione, ribadisce Marsilio, è quella di una riperimetrazione del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, escludendo dall’area protetta almeno gli impianti del Gran Sasso. Inoltre, specifica sempre il Presidente, l’unico modo per sistemare la Fossa di Paganica è rimetterla a nuovo e se serve anche con la costruzione di un nuovo impianto.

MARSILIO : “INTERVENIRE ANCHE SUGLI ALTRI IMPIANTI ABBANDONATI”

Marsilio ha inoltre fatto presente che con un passo alla volta, la Regione Abruzzo si sta impegnando per rimettere in funzione o sistemare gli impianti di risalita che ad oggi risultano abbandonati. Da Prato Selva a Scanno. E proprio su quest’ultimo è stata aperta una parentesi, dove al Comune di Scanno sono stati assegnati i soldi per rilevare gli impianti che così potranno ripartire. Serviranno poi dei fondi per adeguarli.

Queste notizie sono state apprese e pubblicate con un certo interesse dal gruppo Facebook di Save Gran Sasso che con il suo maggiore esponente Luigi Faccia ha specificato che a febbraio 2024 potrebbe verificarsi l’ultima chiamata per tentare di cambiare qualcosa e così permettere lo sviluppo degli impianti.

DI seguito quanto dichiarato da Faccia :

Il Presidente Marco Marsilio fa un preciso riferimento al nostro Comprensorio Turistico “È STATO UN ERRORE METTERE LA ZONA GIÀ ANTROPIZZATA ALL’ INTERNO DEGLI ATTUALI VINCOLI”. Presidente, abbiamo un occasione unica per rimediare all’errore, nel nostro territorio abbiamo moltissimi eletti, a cominciare dalla Presidente del Consiglio dei Ministri. A Febbraio 2024 sarà pubblicato il nuovo elenco dei SIC e ZPS e, probabilmente, sarà l’ ultima volta che la lancetta dell’ orologio delle occasioni passerà sul nostro territorio.

FORZA Gran Sasso

Notizie molto importanti quelle che riguardano Campo Imperatore e il Gran Sasso d’Italia, in una battaglia che si preannuncia ancora piuttosto lunga con gli ambientalisti e che sarà tutta da definire.

 

Comments (No)

Leave a Reply