Giugno 2024 da record a livello globale, per Copernicus è più caldo mai registrato

Giugno 2024 da record: prosegue un trend ormai ben avviato, con l’anno in corso che secondo le rilevazioni di Copernicus potrebbe risultare il più caldo mai registrato fino ad oggi.

GIUGNO 2024 DA RECORD, SECONDO COPERNICUS MAI COSI’ CALDO DALL’INIZIO DELLE RILEVAZIONI

Il primo mese dell’estate meteorologica ha fatto registrare ancora una volta un record, positivo, tanto che secondo gli esperti si tratterebbe del mese più caldo di sempre dall’inizio delle rilevazioni.

Badate bene quando si parla del mese più caldo di sempre si contestualizza a livello globale, che in alcuni casi non corrisponde con quanto accaduto a livello locale.

Né è un esempio lampante quanto accaduto sulla nostra Penisola, in particolare al nord Italia, dove abbiamo avuto un clima in alcuni casi al di sotto delle medie stagionali e più piovoso della normalità. Questo però è da contestualizzare a livello locale.

Ben differente è invece il discorso a livello globale, dove la temperatura media registrata da Copernicus (Copernicus Climate Change Service – C3S è risultata per il 13 mese consecutivo al di sopra delle medie di riferimento.

In particolare negli ultimi 12 mesi sono stati registrati dei valori medi globali mai registrati fino ad ora, con +0.76°C al di sopra della media climatologica 1991-2020, ma +1.64°C oltre la media climatica dell’era preindustriale.

Un trend di calore estremo iniziata proprio nel giugno del 2023 e che ancora non si è fermato. In tutto questo c’è stata anche la presenza del fenomeno di El Nino, che tuttavia non avrebbe condizionato il mese di giugno 2024 capace in ogni caso di stabilire un vero e proprio record.

Giugno 24 è stato +1.5°C al di sopra della media climatica preindustriale. Questa sequenza di temperature così elevate, secondo alcuni climatologi come Francesco Nucera di 3B Meteo, sono dovuti ad una serie di eventi concomitanti.

Ad esempio il cambiamento climatico in atto e la presenza del fenomeno naturale di El Nino. Alcune indagini preliminari indirizzano il 2024, con il 95% delle probabilità verso l’anno più caldo di sempre.

Questo dato si basa da quando sono cominciate le rilevazioni, più o meno dalla metà del 1800.

Ora bisognerà vedere cosa accadrà con l’arrivo del fenomeno della Nina, che potrebbe finalmente mettere almeno momentaneamente fine a questo trend.

Da specificare che in situazioni di caldo intenso a livello globale, possono persistere episodi localizzati di freddo o gelo molto intenso come ad esempio è accaduto in alcune zone dell’Asia, del Sud America, oppure anomalie negative come quelle che si sono stabilizzate sull’Europa centro occidentale.

Quel che è certo è che per Copernicus Giugno 2024  da record, ed è fino ad oggi il più caldo mai registrato.

Comments (No)

Leave a Reply