Gelido risveglio per le piane appenniniche: -9.7°C Piana Aremogna, -8°C Marsia, -7.6°C Cinque Miglia, -6.6°C Piani di Pezza

Nonostante le temperature in libera atmosfera continuino a mantenersi, causa della alta pressione, nettamente al di sopra delle medie del periodo, le nostre Piane appenniniche dei veri e propri “frigoriferi”, continuano a far registrare delle temperature negative davvero notevoli.

Questa mattina infatti, in Abruzzo, i dati delle stazioni di AQ Caput Frigoris mostrano come a Marsia siano stati raggiunti i -8°C.

-9.7°C Piana Aremogna (Meteo Isernia e Molise e C. Frigoris), -7.6°C a Cinque Miglia e -6.6°C alla Piana di pezza dove nel 2012 venne registrato il record appenninico di temperatura negativa.

Notevole invece come nelle altre aree appenniniche, almeno per le zone non soggette a inversione termica le temperature minime si siano mantenute piuttosto elevate. E’ questo il caso, ad esempio, del Rifugio Franchetti del Gran Sasso di Italia a 2433 m.s.l.m dove si evidenziano i +5.6°C della notte.

Nel fine settimana, però, dovrebbe arrivare una perturbazione capace di portare le neve in Appennino.

Ne riparleremo nei prossimi giorni.