News
Gatto mannaro

Gatto mannaro
Di storie strane il mondo ne è pieno. A volte stentiamo anche a crederci per quanto non rientrino nell’ordinario comune e nelle nostre corde. Di queste storie molto spesso sono protagonisti anche i nostri amici a quattro zampe. Sempre più spesso cani e gatti, che ci accompagnano sempre di più nella vita di tutti i giorni.

Quindi, se pensavate di averle viste tutte, con molta probabilità vi stavate sbagliando. È il momento che veniate a conoscenza dell’esistenza del Lykoi, un gatto che ha l’aspetto di un lupo mannaro. Questo a causa di una mutazione genetica del gatto domestico, per cui il felino non presenta pelo intorno agli occhi, naso, muso e orecchie. Le foto sono di Nikki Perry, dal suo account Instagram.

Gatto mannaro
Il gatto mannaro è nato a causa di una mutazione genetica

Lykoi è un nome che viene dal greco e vuol dire gatto lupo. Stando al sito ufficiale di questa razza, come riporta GreenMe, a questo tipo di gatto piace cacciare intorno alla casa tutto quel che può trovare. È molto cauto con chi non conosce, ma sa essere dolce, fedele e affettuoso con il suo padrone. Non da ultimo, anche il suo carattere sarebbe più vicino a quello di un cane piuttosto che di un felino.

L’allevatore di Lykoi Johnny Gobble, tra i primi a selezionare la razza, ha dichiarato: “Non c’è stato alcun intervento umano per creare il gatto. Il gene è una mutazione naturale che è apparso nella popolazione del gatto domestico”.

Gatto mannaro
Al gatto mannaro piace cacciare intorno alla casa tutto quel che può trovare. È molto cauto con chi non conosce, ma sa essere dolce, fedele e affettuoso con il suo padrone

Si è scoperto che alcuni dei follicoli piliferi dei gatti non hanno tutti i componenti necessari per creare il pelo, e pure i follicoli sani non sono sempre in grado di mantenerlo. Il Lykoi quindi può diventare del tutto nudo per alcuni periodo di tempo. Il test del DNA ha inoltre confermato che questi gatti non sono Sphynx, la famosa razza di gatti senza pelo, malgrado la grande somiglianza.

Fonte: supereva.it

Related Posts