News

L’aria artica si sta estendendo a tutto il nostro Paese, Sicilia compresa, dopo aver apportato un generale calo delle temperature su gran parte del territorio Nazionale. L’entità del calo termico è stato tale da permettere alla neve di cadere sull’Appennino centro-settentrionale anche a quote piuttosto basse, tant’è che nel nord delle Marche i fiocchi si sono spinti fino al di sotto dei 400-500 metri di quota. E poi le temperature, che hanno subito un vero e proprio tracollo su buona parte delle nostre regioni, riportandosi al di sotto della media dopo giorni e giorni caratterizzati da un clima dal sapore decisamente primaverile. Ma oggi, e lo abbiamo percepito anche sulla nostra pelle, è stata tutta un’altra aria; nelle zone interne di Marche, Abruzzo e Molise i termometri a fatica hanno superato la soglia dei 7-8°C anche a quote collinari, scendendo abbondantemente al di sotto dei -5/-6°C a quote superiori ai 1500/1600 metri.

18057007_1358100734282986_1888623270403515620_n

Alle ore 22:00, al Rifugio Franchetti, si misuravano ben -10,7°C, dopo che la massima odierna si è attestata sui -6,5°C. Stiamo parlando di quasi 2500 metri, ma si tratta comunque di valori termici notevolmente inferiori alle medie stagionali. Attualmente registriamo anche -4,7°C a Campo Felice, -6,2°C sul monte Genzana, -4,7°C a Rocca di Mezzo, -3,9°C a Piani di Pezza e -2,9°C a Ovindoli e Passo Godi. In tutti questi settori, nelle prossime ore e in gran parte della giornata di domani, tornerà a nevicare per l’arrivo di un nuovo impulso freddo dai Balcani che, oltre a generare un calo delle temperature, determinerà anche un nuovo rinforzo della ventilazione dai quadranti settentrionali.

webcam.php

Related Posts