Fosso dell’Eremo: climber perde la vita precipitando durante arrampicata

Fosso dell’Eremo.
Un esperto climber di 67 anni molto conosciuto in zona, arrampicando in solitaria in falesia, è precipitato per cause ancora non meglio precisate riportando traumi fatali. È successo a Fosso dell’Eremo, nel territorio di Piobbico.
Intervento del Soccorso Alpino a Fosso dell’eremo. Foto di repertorio

È stato subito soccorso da una coppia che stava arrampicando a pochi metri da lui che ha allertato la centrale 118, la quale ha inviato sul posto Icaro. Una volta sbarcata l’equipe sanitaria, sono state tentate ripetutamente le manovre rianimatorie, per poi constatarne purtroppo il decesso. Nel frattempo, è giunta una squadra del Soccorso Alpino della Stazione di Pesaro-Urbino che ha atteso il via libera dell’autorità giudiziaria alla rimozione della salma per trasportarla nella vicina strada, insieme ai VVF.

L’area è stata sottoposta a sequestro per chiarire la dinamica dell’incidente. Si unisce al dolore della famiglia della vittima, l’intero Corpo del Soccorso Alpino e Speleologico marchigiano con alcuni dei quali, lo sfortunato climber, soleva spesso svolgere attività alpinistiche.

Fosso dell’Eremo è un luogo solitario, al riparo da rumori e soprattutto facilmente raggiungibile a piedi con una piacevole camminata. Oltre ad essere una location dalle bellezza selvaggia e coinvolgente, il Fosso offre la possibilità di stupende arrampicate con corde di sicurezza: la parete principale si trova proprio sopra il torrente, sul fondo del vallone.